Tag Archives: Z-Man Games

essen spiel 16

Spiel 16: Live Blogging dell’evento da Essen

di Davide “Canopus” Tommasin Spiel 16

L’autunno probabilmente è il mese più bello per il mondo boardgame-istico. Per prima cosa perché il caldo cala drasticamente e per molti giocatori ricomincia il periodo degli appuntamenti infrasettimanali e dei weekend giocosi con la propria cerchia di amici; spesso alcuni dei quali non appassionati di giochi ma più disponibili a passare la serata davanti un tavolo apparecchiato se fuori piove e/o fa freddo. Ma soprattutto l’autunno è il mese dello Spiel ad Essen e del Lucca Comics and Games. Ma andando per ordine cronologico, parliamo subito del primo, lo Spiel 16, che non è una fiera, è LA fiera di riferimento per il settore. Praticamente come le vacanze estive chiudono l’anno scolastico, lo Spiel chiude e apre il nuovo anno ludico. Quattro giorni di fiera, dal 13 al 16 ottobre, e praticamente 4 padiglioni pieni zeppi di giochi da provare, al momento in cui scrivo la lista ne conta 765, fanno dello Spiel la fiera più importante a livello europeo per superficie “giocabile” e afflusso di giocatori. E ovviamente ad un evento simile non può mancare il nostro consueto live blogging in cui potrete sapere in tempo reale o quasi, mio pollice permettendo dato che lo scrivo da un cellulare, quello che giochiamo e vediamo, corredato di foto. Quest’anno ci sarà un cambio formazione, quindi ad essere presenti in territorio teutonico con le nostre magliettine “attillate” (soprattutto nel mio caso) con la G rossa saremo io, il Doc e Alkyla (e Max alla console da casa, in diretta minuto per minuto). Buona lettura!

Flash corner

Flash News Corner #12: notizie in breve dal mondo ludico

di Gioconauta Flash News Corner #12

Mancano ormai circa 3 mesi alla Indy GenCon e autori e case editrici sono sicuramente in fermento per arrivare preparati all’evento oltroceano. Fermento che non manca di tradursi in annunci di nuovi progetti, trasposizioni e rifacimenti di vecchie glorie. Ed eccoci quindi di nuovo qui con Flash News Corner #12 per raccontarvi in breve cosa abbiamo scoperto e recuperato in queste settimane passate a curiosare nel web, fra siti specializzati, pagine di Kickstarter e simili. Ne approfitteremo anche per ricordarvi di alcuni interessanti eventi fieristici che potrete trovare qui a maggio. Buona lettura!

Knit-Wit: parole ricamate in punta di lingua

Knit-Wit, addocchiato da Max ‘Luna’ Rambaldi

Ci sono poche cose che esaltano il mio gatto interiore come i lavori a maglia. Tutti quei fili colorati che ordiscono trame e disegni intricati, il tempo scandito dal rilassante knit-knit dei ferri che battono il ritmo dei punti, la sedia a dondolo e il caminetto acceso. Una visione idilliaca di un’auspicata vecchiaia, condita dall’immancabile felino che ad artigli spiegati ti salta in grembo sfasciando lo sfasciabile, e riducendo giorni di lavoro in un guazzabuglio moderno, Pollock in cotone a filo doppio, e le gambe del tavolo in un tunnel di laser inespugnabile.
Esatto. Questo è ciò a cui aspira il mio gatto interiore: il massacro di famiglie di gomitoli, perchè Max a onor del vero all’uncinetto non saprebbe far manco una sciarpa dritta.

Pandemia: Contagio – Recensione

di Davide “Canopus”

Che Pandemia sia stato un titolo di grandissimo successo credo sia un fatto assodato anche da chi non è amante di questo gioco. Personalmente, io lo adoro, ma rimango molto diffidente quando da un titolo di successo non solo si “estraggono” espansioni, ma se ne derivano anche le immancabili versioni di dadi e di carte. Pandemia non fa eccezione, due espansioni, una versione di dadi, Pandemia: La Cura, e una di carte, Pandemia: Contagio… o forse no! Perché Pandemia: Contagio sarà anche un gioco di carte ma in comune con il suo teorico padre ha solo parte del nome e qualche aspetto grafico. Anche qui non sarebbe una novità se le differenze non fossero tali da abbandonare la meccanica cooperativa di famiglia per abbracciare una ben più conflittuale tutti-contro-tutti e passare al lato “febbricitante” della forza. In Contagio, infatti, non vestiremo i camici da laboratorio di eroi impegnati a salvare il mondo, ma le citomembrane di pericolosi microbi con lo scopo di scatenare malattie e sterminare città in giro per il globo. Certo il tema è decisamente macabro e le battute sul fatto che si tratti di un titolo di maggioranze ed influenza sarebbero sicuramente troppo scontate, ma il risultato finale ammetto essere un gioco interessante, veloce e agguerrito. Rimane che il nome Pandemia sulla scatola è una questione di marketing e se vi volete avvicinare a questo titolo attirati dal fatto che Pandemia vi è piaciuto proprio tanto, vi consiglio prima di leggere questa recensione.

Flash corner

Flash News Corner #7: notizie in breve dal mondo ludico

Di Gioconauta

E ritorniamo a parlare di notizie in breve con questo nuovo numero di metà febbraio in cui avremo modo di trovare le consuete info su nuove uscite e riproposizioni sia sul mercato che sulla piattaforma Kickstarter, ma non mancheranno anche altre curiosità, che avrete il piacere di scoprire proseguendo oltre. Buona lettura!

Apocalypse Chaos: sotto assedio nello spazio profondo

di Alberto “Doc”

Z-Man Games inizia a mostrare quanto porterà e proporrà durante lo Spiel 2015. Da amante dei cooperativi, scorrendo i titoli della casa editrice americana, mi sono fermato su Apocalypse Chaos in cui dovremo cercare di uscire vivi da un inferno di fuoco scatenato intorno alla nostra nave spaziale dalle forze nemiche che ci circondano. Vediamo allora come poterci salvare.

Cacao copertina

Cacao – Recensione

di Davide “Canopus”

Ok, confesso che uno dei motivi per cui mi sono avvicinato a questo gioco era per il titolo, dato che sono un grande appassionato di cioccolato, e per l’aspetto estetico che ha qualcosa di Carcassoniano, gioco che apprezzo molto. Novità del 2015, di quel Walker-Harding già autore di Sushi Go!, e pubblicato da Abacusspiele, marchio sinonimo di titoli con meccaniche eleganti e regolamenti chiari, che vengono incontro a tutti i gusti (da Hanabi ad Africana, da Zooloretto a Race for the Galaxy, dallo storico Torres e alle versioni tedesche di Anno Domini e Bang!). Ma di cosa stiamo parlando? Faremo la figura dei cioccolatai? Ma proprio per nulla! Come si evince già dalla copertina, saremo trasportati nel Sud e Centro America, verosimilmente all’epoca dei Maya o degli Aztechi, chiamati a far prosperare il nostro villaggio raccogliendo e vendendo semi di cacao. Nel farlo costruiremo letteralmente una “scacchiera” di tessere alternate tra giungla e capanne con lavoratori, nel tentativo di guadagnare oro dalla vendita di semi di cacao, esplorazione di miniere, ecc. Tutti gli elementi per un titolo semplice ma per nulla banale, che garantisce un’esperienza ludica molto soddisfacente anche per i degustatori più raffinati. Ma la domanda che si pongono tutti: questo gioco sa di cioccolato?

On the Board #55: The Battle at Kemble’s Cascade

di Luca “Maledice79” Lanara

Quanti gettoni o 200 lire abbiamo speso negli anni 80 per cercare di sconfiggere un certo boss. Troppe, pensandoci. Questo gioco da tavolo, ha pensato proprio a quegli anni, proponendoci di giocare con amici a quelle vecchie glorie dimenticate. Ditadinchiostro ne aveva già parlato di questo gioco in una recensione  molto divertente ed esaustiva, quindi noi abbiamo deciso di approfondire, portando le navicelle e il mondo a scorrimento verticale della Z-Man Games, sul nostro tavolo. Buona Visione.

Featuring Recent Posts WordPress Widget development by YD