Pied Piper e Rattus Africanus: le espansioni di Rattus – Recensione

di Davide “Canopus”

Ho parlato qualche recensione fa di Rattus, il “pestilenziale” gioco della coppia Åse ed Henrik Berg e illustrato da Alexandre Roche. Scrivo pestilenziale perché il tema del gioco era, sostanzialmente, la diffusione in Europa della peste nel 1347. In quella occasione avevo già accennato come il cuore strategico del gioco fosse il meccanismo per cui i giocatori scelgono una carta, rappresentante un membro appartenente ad una delle 6 classi sociali dell’epoca, per utilizzarne le capacità speciali in potentissime e bastardissime combo. Sempre in tale occasione avevo messo in guardia sul fatto che avere a disposizione solo 6 carte fosse un gravissimo limite che portava la longevità del titolo a, praticamente, 3 partite. Oggi vediamo come poter aumentare la longevità di gioco e rendere più completa l’esperienza ludica di Rattus tramite le espansioni… certo, sempre se siete disposti a pagarne il prezzo! Non è decisamente una questione di poco conto (passatemi il gioco di parole) dato che, con gioco base più le due espansioni qui trattate, si può arrivare tranquillamente al non trascurabile prezzo di 75-80€!

Pied Piper

TitoloPied Piper
AutoreÅse Berg / Henrik Berg
LinguaInglese
EditoreWhite Goblin Games
DistributoreCranio Creations
Numero giocatori2/4
Durata partita45 minuti
Anno pubblicazione2011
Titolo originale
GenerePiazzamento e controllo territorio
PrezzoCirca 20€

Prima espansione in ordine cronologico di Rattus. L’unica aggiunta che porta con se sono 12 nuove carte classe sociale e una serie di gettoni e pedine utilizzate per le capacità speciali delle varie carte. È un’espansione praticamente obbligatoria dato che aumenta esponenzialmente la longevità del gioco e migliora di molto l’esperienza ludica e la profondità strategica. Viene quasi da chiedersi perché non sia stata direttamente integrata nel gioco base invece di sprecare denaro e cartone per realizzarla in una seconda scatola, costringendoci così ad alleggerirci di altri 20€ circa…

Materiali

Come il gioco base, anche l’espansione presenta materiali di ottima fattura e grafica.

Componenti in cartoncino

L’espansione contiene 12 carte classe sociale, 2 per ognuna delle 6 tipologie di classi sociali (ovvero 2 carte nobili, 2 cavalleria, 2 clero, 2 plebe, 2 borghesia e 2 maghi, nel caso non ve lo ricordaste). Queste nuove carte sono realizzate nello stesso stile grafico del gioco base, stesse dimensioni, stesso materiale e stesso spessore. Sempre in cartoncino spesso, ma meno spesso delle carte, sono poi presenti dei gettoni pozione utilizzati dal personaggio mago.

Componenti in legno

Vi sono inoltre delle pedine in legno utilizzate da altri personaggi: 3 pedine bastione, utilizzate dall’imperatore rappresentanti dei settori di mura, 2 pedine vescovo, utilizzate dal vescovo e rappresentanti delle specie di torri a punta, e 3 pedine suora. Le pedine vescovo e le pedine bastione sono verniciate in color legno chiaro, mentre le pedine suora sono in rosa acceso (strano concetto che avevano delle suore nel medioevo).

Setup e preparazione

Spiegazione delle regole

Il manuale di istruzioni, scritto in lingua inglese, riporta praticamente l’elenco dei nuovi personaggi e le descrizioni delle capacità speciali. Vi sono anche delle note che spiegano come utilizzare un dato personaggio al termine della partita. Integrare l’espansione con il gioco base non comporta aumenti nel tempo di spiegazione delle regole e nel tempo di preparazione del gioco, mantenendo il primo entro i 5 minuti e il secondo entro i 10.

Preparazione

Per la preparazione il manuale descrive due possibilità: sostituire il personaggio di una o più classi sociali del gioco base con i rispettivi dell’espansione oppure introdurre personaggi nuovi anche delle stesse classi sociali già presenti. Dato che in ogni caso la partita si svolge con 6 personaggi, introdurre nuove carte di una stessa classe sociale obbliga ad escludere dal gioco una o più carte delle altre classi. Per esempio, è possibile giocare una partita con due personaggi appartenenti al clero eliminando il personaggio appartenente alla nobiltà. Questa possibilità, a mio parere, varia molto la profondità strategica del gioco e la longevità.

Meccanica di gioco

L’appello (ovvero i personaggi a disposizione)

Al fine di dare una completa descrizione del prodotto elenco i personaggi presenti al suo interno:

  • Imperatore (nobile): permette di posizionare le pedine bastione su un confine tra gli stati e su dei collegamenti marittimi, queste pedine non possono essere attraversate dalla pedina peste, dai gettoni ratto e dai cubetti che si spostano.
  • Regina (nobile): colui che ha cubi presenti sul maggior numero di regioni connesse tra loro può posizionare due cubetti popolazione in più.
  • Suora (clero): posiziona su una o più regioni le pedine suora che riducono di un’unità la popolazione della regione ai fini del calcolo dei limiti di popolazione sui segnalini ratto.
  • Vescovo (clero): posiziona su una o più regioni le pedine vescovo che impediscono di aggiungere o muovere gettoni ratto.
  • Crociato (cavalleria): permettere di muovere la pedina peste di 2 spazi e di rivelare tutti i gettoni ratto sulla regione e scegliere in che ordine applicarne gli effetti.
  • Soldato (cavalleria): permettere di muovere la pedina peste di 2 spazi e di piazzare un gettone ratto extra.
  • Borgomastro (borghesia): permette di posizionare un cubetto in ogni regione dove il giocatore ha la maggioranza, invece di posizionarli nel modo classico.
  • Messaggero (borghesia): permette di scambiare di posto 2 cubetti qualsiasi sulla mappa (tra giocatori diversi ovviamente).
  • Servo della gleba (plebe): al momento della fase di risoluzione della peste del proprio turno, permette di aggiungere un cubetto alla regione per ogni gettone ratto che ha eliminato almeno un cubetto di un altro giocatore.
  • Panettiere (plebe): ad ogni turno il giocatore può piazzare un cubetto sopra questa carta, quando poi li verrà sottratta, il giocatore che la prende posizionerà i cubi sopra su un’unica regione a sua scelta.
  • Mago (maghi): il giocatore può posizionare un gettone pozione a fianco di un cubetto in una regione, se questo dovesse essere eliminato dalla peste verrà scartato il gettone pozione.
  • Pifferaio (maghi): permette di muovere un vostro gettone in una regione adiacente portandosi dietro più gettoni ratto possibili (la carta più bella di tutto il gioco a mio parere).

E le regole? Non dovrò leggermi un nuovo manuale di gioco

L’integrazione dell’espansione non varia in alcun modo le meccaniche di gioco, salvo alcune particolari regole che si applicano a fine partita per determinate carte classe sociale. Un esempio è il panettiere, che nell’ultimo turno, quando esplode l’epidemia di peste in tutta Europa, sarà il giocatore a sinistra di chi possiede la carta a posizionare sulla mappa i cubetti popolazione presenti, utilizzando quindi lui l’abilità speciale della carta invece di chi la possiede.

Conclusioni

Come avete potuto intuire non la considero una vera espansione, ma un componente che completa il gioco. Senza, infatti, il titolo sembra quasi una versione di prova, una demo.

Longevità e scalabilità

Come detto l’espansione aumenta esponenzialmente la longevità del gioco. Non solo per le nuove carte personaggio aggiunte, ma anche per la possibilità di eliminare alcune classi sociali e aumentandone il numero di personaggi delle altre. La cosa regala anche diverse prospettive strategiche rendendo maggiore il rischio di eliminazione per i giocatori che decidono di impersonare una data classe sociale utilizzando più personaggi che ne fanno parte. La scalabilità invece non viene influenzata da questi personaggi aggiuntivi e il numero di giocatori ideale per giocare rimane 4.

Gli antipatici e i simpatici

Ammetto che non tutti i personaggi hanno lo stesso livello di attrattività. Alcune carte sono particolarmente divertenti da utilizzare, come il pifferaio, il borgomastro o, ancora, il messaggero. Altri personaggi invece appaiono poco attraenti e spesso rimangono sul bordo del tabellone fino a fine partita o quasi, come il panettiere o la regina. Non escludo a priori che questi personaggi non possano essere utilizzati in combo devastanti, dico solo che non ne ho ancora trovato il miglior utilizzo. Nel complesso, comunque, posso sicuramente affermare che l’aggiunta di questi personaggi migliora di molto il gioco.

Rattus Africanus

TitoloRattus Africanus
AutoreÅse Berg / Henrik Berg
LinguaInglese
EditoreWhite Goblin Games
DistributoreCranio Creations
Numero giocatori5 / 6
Durata partita45 minuti
Anno pubblicazione2011
Titolo originale
GenerePiazzamento e controllo territorio
Prezzo25-30€ circa

Contrariamente a Pied Piper, questa è una vera espansione per il gioco e non un componente complementare. Mentre si percepisce chiaramente che senza Pied Piper al gioco manca un pezzo importante, senza Rattus Africanus sarete comunque in grado di godervi appieno l’esperienza di gioco. Il titolo introduce 3 novità al gioco base: la possibilità di giocare anche in 5 o 6 giocatori, 4 carte personaggio appartenenti alla classe sociale islamico e le carte regione. La consiglio per i giocatori che hanno amato molto Rattus e che hanno la possibilità di giocare in più di 4 giocatori, sebbene sia i nuovi personaggi che le carte regione siano utilizzabili in partite con qualsiasi numero di partecipanti.

Materiali

Tabellone aggiuntivo

L’espansione si presenta con una scatola di dimensioni contenute, le stesse dimensioni della scatola del gioco base. Al suo interno salta subito all’occhio un tabellone aggiuntivo rettangolare che si sviluppa in lunghezza. Materiali e grafica sono coerenti con quelli del tabellone del gioco base. Questo tabellone aggiuntivo riporta i territori del Nord Africa e viene collocato al di sotto del tabellone base.

Elementi in legno

Sono poi presenti 2 nuovi set di cubetti popolazione di legno e in tinta unita, rispettivamente bianco e arancione. Come materiale aggiuntivo, sempre in legno, troverete dei dischetti viola di piccole dimensioni posizionabili sotto ai cubetti per trasformarli in diplomatici, e una pedina carovana, a forma di cammello, di colore arancione chiaro e in tinta unita. Entrambi questi elementi sono utilizzati con alcune nuove carte personaggio presenti nell’espansione.

Elementi in cartoncino

Gli elementi in cartoncino sono prevalenti. Troviamo 4 nuove carte personaggio, tutte appartenenti alla classe sociale islamico, rispettivamente astronomo, esploratore, sultano e carovaniere. 65 nuovi gettoni ratto, distinguibili da quelli del gioco base grazie al bordo azzurro o blu. Come nella versione base del gioco, anche in questo caso individuiamo 2 gruppi di gettoni: i gettoni posizionati sulla mappa ad inizio partita con bordo azzurro chiaro e i gettoni che vengono utilizzati nell’arco della partita con contorno blu. Entrambi questi elementi sono di materiale e grafica coerenti con quelli del gioco base. Ultimo elemento in cartoncino sono 10 gettoni speciali da posizionare sopra le carte dei personaggi della classe sociale cavalleria per indicare che nel “gioco espanso” si muovono di 3 regioni invece che di 2 (praticamente inutili).

Carte

Ultimo elemento presente nella scatola sono le 51 carte regione di spessore molto buono e formato mini-europeo. Graficamente, ogni carta riporta il nome di una regione e 2 simboli che identificano 2 delle 7 tipologie di classi sociali, oppure il simbolo jolly punto interrogativo, che rappresenta una classe sociale qualsiasi tra le 7 presenti nel gioco.

Setup e preparazione

Le regole dell’espansione si spiegano velocemente quanto quelle del gioco base, forse con qualche minuto in più se si utilizzano nuove meccaniche quali i diplomatici o le carte regione, e pure il set-up non richiede tempo accessorio.

Il tabellone raffigurante le regioni africane viene utilizzato esclusivamente in 5 o 6 giocatori. Le carte classe sociale si selezionano esattamente con le modalità e alternative proposte dall’espansione Pied Piper, tenendo conto che nel caso di più di 5 giocatori vi devono essere in gioco 8 personaggi invece di 6. Per poter utilizzare questi nuovi personaggi, sarà necessario utilizzare i nuovi gettoni presenti nell’espansione in sostituzione di quelli base, avendo cura di scartarne alcuni in base al numero di giocatori. Carte regione, gettoni diplomatico e la pedina carovana sono utilizzato soltanto se sono in gioco determinati personaggi.

Meccanica di gioco

Gente nuova

I nuovi personaggi presenti nell’espansione sono:

  • Astronomo: permette di pescare 3 carte regione e tenerne una.
  • Esploratore: permette di pescare e rivelare 3 carte regione e sceglierne una in cui piazzare un cubo, fatto questo le 3 carte vengono scartate.
  • Sultano: ad ogni turno permette di posizionare un gettone viola sotto un cubo del giocatore che ne detiene la carta per trasformare il cubetto in un diplomatico.
  • Carovaniere: permette di utilizzare la pedina carovana.

Carte regione

Le carte regione sono utilizzate con l’astronomo e l’esploratore, ma nel caso dell’esploratore servono praticamente per selezionare una regione in modo casuale. Se tra i personaggi disponibili in una partita si decidere di comprendere anche l’astronomo, ogni giocatore inizia il gioco con 3 carte regione. Le carte possono essere utilizzate durante la partita per evitare le conseguenze della peste: durante la fase di risoluzione della peste, un giocatore può giocare sopra una sua carta personaggio una carta regione con il simbolo classe sociale corrispondente al fine da renderlo immune dagli effetti della peste. Se invece una carta regione non viene giocata, al termine della partita da la possibilità di guadagnare punti extra: se a fine partita un giocatore detiene delle carte regione raffiguranti regioni in cui possiede la maggioranza di cubi, guadagna un punto vittoria extra per ciascuna.

Diplomatici

I diplomatici sono cubetti cui viene posizionato sotto un dischetto viola. Alla fine della partita il giocatore con più diplomatici in suo possesso guadagna 4 punti, il secondo invece 2.

Pedina carovana

La pedina carovana viene sempre mossa di 2 spazi. Nella regione di partenza e nella regione attraversata dalla pedina, se il giocatore possiede la maggioranza di cubetti, ne aggiunge uno. La pedina carovana non può tornare indietro nella regione dalla quale ha iniziato il proprio movimento in questo turno.

Conclusioni

I nuovi personaggi

Contrariamente ai personaggi presenti in Pied Piper, quelli di Rattus Africanus offrono dei cambiamenti più radicali alle meccaniche, spesso introducendo nuove modalità di calcolo punti. Ritengo che queste carte classe sociale donino un po’ di brio in più al gioco e interessantissime nuove possibilità strategiche. Bisogna però ammettere che sono abilità speciali che interessano più l’aspetto difensivo (le carte regione) o di calcolo del punteggio (carte regione e diplomatici) piuttosto che interessare aspetti aggressivi del gioco. Quindi gli amanti delle strategie offensive potrebbero restarne un po’ delusi. Personalmente non amo molto la meccanica relativa alle carte regione relativa all’astronomo, ma questa è una questione di gusti personali (de gustibus non est disputandum).

Aleatorietà, scalabilità, longevità… e altre cose che terminano con “à”

Dal punto di viste della dipendenza della fortuna, sicuramente la presenza delle carte regione peggiora le cose e la meccanica tramite cui queste vengono pescate (se ne pescano 3 e se ne sceglie una) non riduce poi molto l’influenza della dea bendata.

In termini di scalabilità, il gioco rende bene in 6 giocatori e meno in 5. Come il gioco base che rende bene in 4 ma meno in 3 o 2.

La longevità viene notevolmente aumentata rispetto al gioco base. Non solo perché si aggiungono 4 personaggi, ma anche grazie alla possibilità di sostituire completamente i gettoni ratto del gioco base con quelli dell’espansione. Inoltre, in meno di 6 giocatori, non tutti i gettoni vengono utilizzati e quindi ogni volta vi sarà un mix diverso di gettoni. Qui però si deve fare una premessa, se pensate di acquistare Rattus Africanus al posto di Pied Piper così da avere un gioco completo e la possibilità anche di giocare in 5 o 6 giocatori risparmiando denaro, sappiate che rimarrete delusi. Sebbene i personaggi di questa espansione siano più completi di quelli della precedente, in termini di meccaniche di gioco, e i nuovi gettoni offrano maggiore variabilità, dovete anche considerare che 16 personaggi diversi offrono maggiore variabilità di 10 (è uno di quei casi in cui la numerosità fa la forza) e che i personaggi di Pied Piper offrono maggiore diversificazione tra le strategie: quindi non solo strategie per massimizzare il punteggio finale, ma anche strategie offensive e aggressive. Tutti, quindi, aspetti che, a mio parere, renderebbero Rattus incompleto anche con l’aggiunta di questa espansione, purtroppo.

Posso comunque darvi una buona notizia: se acquistate tutte e 2 le espansione, anche se con un po’ di fatica, tutti i componenti entreranno all’interno della scatola del gioco base, per la gioia dei vostri armadi e scaffali!

Curiosità – Rattus Promo Essen

Usciranno ulteriori espansioni di Rattus? Questa è una bella domanda a cui, probabilmente, solo gli autori possono fornire risposta. Al momento non vi sono notizie certe. Posso però dirvi che le meccaniche di gioco si prestano bene all’inserimento di nuovi personaggi o gettoni ratto. In questo momento, se ancora non si considerano sufficienti i 20 personaggi che si raggiungono con gioco ed espansioni, è possibile reperire sul mercato altri 4 personaggi distribuiti ad Essen come personaggi promo. Queste nuove carte sono tutto fuorché economiche dato che sono reperibili ad un prezzo tra i 15 e i 17€ per 4, dico 4, pezzi di cartoncino illustrati. Su internet sono poi reperibili altre carte promo come il giudice o il giullare, non vi dico il prezzo di queste singole carte per non spaventarvi. Complessivamente quindi è possibile che in un futuro, più o meno remoto, vengano pubblicate ulteriori espansioni di questo gioco, si spera però a prezzi più abbordabili.

Canopus

Canopus

Giocatore per passione, german di vocazione, non dico di odiare la presenza del caso nei giochi ma io e la dea bendata abbiamo rotto molto tempo fa e non siamo rimasti proprio in buoni rapporti. Divoratore di fumetti, anime, serie televisive, giochi e soprattutto buon cibo; appassionato di viaggi e buon cibo; ho una natura curiosa e sono fiero di essere un ossessivo compulsivo (ma pure un po’ convulsivo) per schematizzazioni e analisi, oltre che… un amante del buon cibo. Ok, mi piace il buon cibo! Scrivo prevalentemente recensioni e sono specialista delle moderne tecniche di management, come il pungolo elettrico, che utilizzo con i nauti. Gioco come non ci fosse un domani!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy Policy