Lords of Waterdeep, lotta per il potere fra le mura della città splendente

di Alberto “Doc”

Pensate ad una ambientazione fantasy e ad una meccanica di piazzamento lavoratori, che gioco vi viene in mente? …non vi viene in mente niente? Beh in effetti sono due caratteristiche piuttosto rare da trovare insieme ma che ora invece si presentano in Lords of Waterdeep, l’ultimo boardgame sfornato da Wizards of the Coast. Nei panni di influenti personalità della città, i giocatori spediranno i loro agenti ad assolvere compiti nei diversi quartieri di Waterdeep. Assolderanno avventurieri per risolvere quest, costruiranno nuovi edifici per la città e cospireranno dietro le quinte per consolidare il proprio potere e diventare il più grande signore di tutta Waterdeep! (…si insomma le solite ambizioni che hanno questi signorotti…).

Sarà il solito piazzamento lavoratori dove metto l’omino e poi torno a casa con il beneficio che ha prodotto? Potrebbe essere, ma carte quest ed intrigo dovrebbero dare quel giusto brio al gioco così da permetterci di percepire un po’ di più l’ambientazione … o almeno così si spera. Staremo a vedere quando lo avremo fra le mani per farci una partita. Ah si, ovviamente voglio gli Arpisti! ;)

4 pensieri riguardo “Lords of Waterdeep, lotta per il potere fra le mura della città splendente

  • 1 Maggio 2012 in 16:55
    Permalink

    Credo voglia essere un tentativo di espandere il loro target di pubblico. La meccanica tipicamente tedesca unita ad un’ambientazione american style che si riflette nel gioco tramite l’uso di carte quest ed intrigo, da al gioco i lineamenti di un eurogame. Staremo a vedere se saranno premiati da questo tipo di scelta oppure no.

  • 5 Maggio 2012 in 10:52
    Permalink

    Il gioco l’ho provato e devo dire che è ben fatto. Semplice (le regole si spiegano in poco tempo) e bello da vedere. Il primo ‘German’ della WotC. E poi a me i Forgotten Realms piacciono in tutte le salse: anche con i cubetti di legno:-)

  • 8 Marzo 2013 in 00:43
    Permalink

    Fatta una partita con Doc (sì, alla fine se l’è comperato) e devo dire che il gioco è simpatico, anche se a mio parere si poteva osare di più.
    Avrei messo degli eventi da fronteggiare come in Troyes, magari avrei preferito essere un avventuriero e che ad ogni turno si pescasse un Lord che proponeva delle missioni pubbliche, a cui tutti potevano partecipare. Ogni 2-3 missioni si passava di livello e si acquisivano dei bonus dipendenti dalla propria classe.
    Insomma, non è un brutto gioco ma secondo me aveva del potenziale che è stato solo scalfito. Dopo averci giocato sono andato a rivedere Fallen City of Karez (all’epoca mi aveva fatto un’ottima impressione, dava l’idea di poter vivere un’esperienza avventurosa “completa”) e sono rimasto molto deluso dai vari commenti ricevuti su BGG.
    E’ in uscita un’espansione per Lords of Waterdeep, ma credo che si terranno “easy” per non compromettere l’esperienza “light” che il gioco promette.
    Peccato perché un bel gestionale fantasy mi sarebbe piaciuto, qui siamo un pochino troppo leggeri (il che va bene visto il target a cui si rivolge, è che non va bene a me ^_^’).
    Per quelli a cui i cubetti fanno venire l’orticaria, un utente di BGG ha creato (e messo in vendita) delle pedine che più si addicono allo spirito del gioco (peccato che l’orticaria poi viene al nostro portafogli ^_^).

    https://boardgamegeek.com/image/1331792/lords-of-waterdeep

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy Policy