Speciale party game, passare le feste con gli amici in modo divertente! …seconda parte

Kragmortha fonte:bggKragmortha
Numero di giocatori: 2 – 8
Durata: 30 – 45 minuti
Editore: Stratelibri
Gioco di resistenza fisica dove i giocatore sono dei goblin che cercano di rubare oggetti magici dallo studio del loro padrone, ma purtroppo il malvagio Rigor Mortis si aggira per il dungeon e quando becca un goblin gli infligge una punizione corporale. Avete capito bene, se Rigor Mortis vi becca dovrete pescare una carta punizione che vi obbligherà a giocare il resto della partita in posizioni scomodissime, tipo in piedi, con la bocca aperta, con il mento appoggiato sul tavolo, con le mani a forbice, ecc. E la cosa tragica è che queste si possono anche sommare tra loro. Per il resto il gioco è molto semplice, ogni giocatore ha una mano di carte movimento che gli consentono di muoversi fino a due caselle con dei simboli corrispondenti a quelli sulla carta. Il turno è semplice, si gioca la carta, si muove e si pesca una nuova carta. Alcune carte consentiranno di muovere Rigor Mortis verso gli avversari. Aspetti particKragmortha3 fonte:bggolarmente interessanti sono la possibilità di spingere altri goblin, magari verso il cattivone, e gli spazi teletrasporto, che a caso consentono anche di pescare carte incantesimo o anche punizioni corporali. Il gioco prosegue finché non terminano le carte incantesimo o un giocatore non si becca la quarta punizioni corporale, a quel punto vince chi ha meno punizioni corporali e, in caso di pareggio, chi ha più simboli magia sulle proprie carte incantesimo. Le carte incantesimo, che si guadagnano da una determinata area del tabellone, sorvegliata da Rigor Mortis, oppure mediante i teletrasporti, offrono vantaggi utilizzabili una sola volta durante il gioco, per esempio muovere Rigor Mortis o scambiare carte movimento con gli avversari. Titolo sicuramente molto colorato e originale, non so quanto adatto ad un pubblico giovanissimo dato che alcune punizioni corporali non sono decisamente semplici. Sicuramente caciarone e molto soggetto alla fortuna, ma in genere non lo si gioca per la sua profondità strategica, che è molto bassa.

 Kragmortha4 fonte:bggKragmortha2 fonte:bgg

 

saboteur fonte:bggSaboteur
Numero di giocatori: 3 – 10
Durata: 30 minuti
Editore: Giochi Uniti
Gioco di carte a fazioni segrete, all’inizio del turno ogni giocatore riceve una carta che gli indicherà se sarà un nano cercatore d’oro o sabotatore; nel primo caso il suo obiettivo sarà quello di scavare un percorso, utilizzando le carte apsab1 fonte:bggposite, che porti all’agoniata miniera corrispondente ad una delle tre carte disposte casualmente all’inizio mentre se sarà un sabotatore avrà il compito di impedire che questo avvenga. La parte più divertente del gioco sta proprio nel fatto che essendo i ruoli coperti i sabotatori devono per quanto possibile non farsi scoprire per evitare di essere bloccati, visto che ci sono carte apposite per farlo. Al termine di ogni round c’è una distribuzione delle monete in base al risultato della ricerca, terminati tre round colui che avrà accumulato più pepite d’oro sarà il vincitore! Davvero un gioco divertente, esiste anche un’espansione che aumenta notevolemente le varianti.

 

winnerscircle fonte:bggWinner’s Circle
Numero di giocatori: 2 – 8
Durata: 45 minuti
Gioco di vecchia data partorito dalla fertile mente del geniale Knizia. In sostanza è un gioco di scommesse sui cavalli con in aggiunta un pizzico di bluff. All’inizio del turno, dopo il piazzamento dei cavalli sulle varie corsie, ogni giocatore piazza le proprie scommesse coperte sui vari cavalli (sono dei moltiplicatori che vanno da 0 a 2), scommesse che dovranno riguardano il piazzamento nelle prime tre posizioni e che dovranno necessariamente riguardare cavalli diversi (quindi è normwinnerscircle2 fonte:bggale che più giocatori puntino sullo stesso cavallo). Terminata la fase si procede con la corsa dove a turno ogni giocatore sceglierà un cavallo e tirerà un dado che, confrontato con la tabella dei movimenti presenti sul tabellone, indicherà di quante caselle quel cavallo si sposterà; una volta mosso un cavallo rimarrà fermo fino a che tutti gli altri cavalli non sono stati scelti. Quando il terzo cavallo arriva al traguardo la corsa termina e si procede con il pagamento delle scommesse; se un giocatore aveva scommesso sul cavallo arrivato ultimo dovrà pagare alla banca il corrispettivo di monete. Fatte tre corse la partita finisce e il giocatore che avrà accumulato più monete sarà il vincitore. Purtroppo il gioco è di difficile reperibiltà ma se qualche vostro amico lo possiede non esitate a chiedergli di fare una partita.

 

Tutto qui? Beh ci sarebbero moltissimi altri titoli, ma li tratteremo in altre occasioni, sottolineiamo ancora una volta che l’universo dei giochi da tavolo è immenso e in continua espansione quindi giocate e fate giocare!

Renberche

Renberche

German per vocazione e genetica, ma amante anche dei giochi storici. Segue ciò che Kickstarter produce, spesso pentendosene. Gioca a tutto ma si lamenta quando c'è un dado da tirare. Conosciuto anche come il nauta polacco, data la passione per i giochi in tema Est Europa. La mia top 3? Agricola, Twilight Struggle, Le Havre. La mia bottom 3? Unlock, Avalon e Intrigue. Perché una formica come logo? Ovvio perché adoro i giochi con le formiche (e anche api, ma dovevo scegliere). Dov'è Alkyla? C'è un articolo a riguardo. Extra: divoratore di libri, fanatico di F1, socio CICAP e web master di questo sito.

4 pensieri riguardo “Speciale party game, passare le feste con gli amici in modo divertente! …seconda parte

  • Avatar
    2 Gennaio 2015 in 16:50
    Permalink

    Azzeccatissimo post e ottimi i titoli suggeriti.
    Il mio “main event” di capodanno (e che si aggiudica il “mai più senza” per i capodanni a venire) è stato Saboteur.
    Apprezzati anche dai non giocatori Fantascatti, Dobble e Hick Hack.
    Mi ero portato anche King of Tokyo (preparato togliendo le carte con gli effetti meno immediati) e Room 25, immaginando\sperando in qualche partita in notturna, ma ahimè non sono usciti dallo zaino.

    • renberche
      2 Gennaio 2015 in 18:03
      Permalink

      Grazie Dado :-)

      Saboteur è il classico gioco che metto sempre nella borsa che me mi riesce di giocarci una volta su venti, lo adoro ma ogni volta la partita salta :-(..e ho pure l’espansione!

      Al momento Il Sesto Senso e Concept sono quelli che vanno per la maggiore nei miei gruppi.

  • Avatar
    9 Gennaio 2015 in 16:08
    Permalink

    Concordo con i titoli consigliati!
    Il mio capodanno ha avuto il seguente menù: Passa la bomba, Conception, Time’s up family e Vudù. Titoli immediati che hanno avuto grande successo anche tra gli amici a digiuno di giochi da tavolo (c’è stato anche chi ha detto stupito: “ah, ma ne fanno ancora? Pensavo che dopo Risiko non ne avessero fatti altri…).

    • renberche
      9 Gennaio 2015 in 16:15
      Permalink

      Purtroppo non sai quante volte si sente quella frase, ma siamo fiduciosi che col tempo il verbo ludico si diffonderà :-)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy Policy