Dimension, che palle!

di Daniel “Renberche”

Molti di voi conosceranno La Boca, il gioco dove bisogna riuscire a posizionare dei pezzi in stile tetris seguendo una carta rivelata di volta in volta nel minor tempo possibile. Se prendiamo questo gioco, utilizziamo il solido di rotazione per eccellenza al posto dei parallelepipedi, eliminiamo il fattore cooperazione temporaneo e passiamo alle tre dimensioni, otteniamo un nuovo prodotto che richiede colpo d’occhio immediato e velocità di azione.

Quale sarà il migliore?

Il titolo, come si vede dall’immagine dell’articolo, è Dimension, ideato da Lauge Luchau e prodotto dalla Kosmos nel 2014. Nel gioco fino a 4 giocatori si sfideranno cercando di posizionare delle sfere colorate nel modo migliore possibile, secondo uno schema di peculiarità fornito di volta in volta da carte apposite, nel tempo imposto da una clessidra. Il giocatore che alla fine della partita avrà ottenuto più punti vittoria sarà il vincitore.

Numero di giocatori: 1 – 4
Durata: 30 minuti
Link al regolamento (inglese): click

○ Come si gioca ○

Ogni giocatore ripone nel proprio vassoio 15 sfere nei 5 colori previsti e, a gruppi di 3, un totale di dieci punti vittoria e una carta riassuntiva. Mescolare poi le carte task, e posizionare la clessidra al centro del tavolo.

Il turno si svolgerà seguendo questi passi:

  1. rivelare 6 carte task, ben visibili a tutti. E’ possibile visionarle e analizzarle prima di iniziare;
  2. girare la clessidra, iniziando così il timeout;
  3. iniziare a posizionare le proprie sfere al centro del vassoio, posizionandole complessivamente su tre livelli di altezza;
  4. nel momento in cui il tempo scade nessuno può effettuare altre modifiche e si procede con l’analisi del lavoro svolto:
    • si guadagna un punto per ogni sfera posizionata.dimension_1
    • si perdono due punti per ogni carta task non soddisfatta. Queste carte hanno richieste del tipo “Devono essere presenti 2 sfere Rosse” o “Le sfere verdi non possono toccarsi con le bianche”.
    • se un giocatore ha soddisfatto tutte le carte task e posizionato almeno una sfera per ogni colore riceve un segnalino bonus.

Si ripete la stessa procedura per sei volte complessivamente. Al termine del sesto turno si controllano il numero di segnalini bonus posseduti e si possono perdere o guadagnare fino a 6 punti ulteriori. Il giocatore con più punti vittoria sarà il vincitore.

○ Considerazioni ○

dimension3A prima vista mi ero entusiasmato credendo di aver di fronte una nuova versione di La Boca, gioco che mi piace molto, però leggendo il regolamento mi è parso che Dimension sia un gradino inferiore, più simile ai rompicapi solitari dove si devono soddisfare degli obiettivi via via più difficili utilizzando combinazioni di pezzi dati. Manca completamente la parte collaborativa, qui infatti ognuno fa per se e non bada molto a quello che fanno gli avversari. Ovviamente se ne avrò l’occasione non mancherò di provarlo, magari potrebbe rivelarsi un divertente filler per riscaldare la mente e le mani.

Renberche

German per vocazione e genetica, ma amante anche dei giochi storici. Segue ciò che Kickstarter produce, spesso pentendosene. Gioca a tutto ma si lamenta quando c'è un dado da tirare. Conosciuto anche come il nauta polacco, data la passione per i giochi in tema Est Europa. La mia top 3? Agricola, Twilight Struggle, Le Havre. La mia bottom 3? Unlock, Avalon e Intrigue. Perché una formica come logo? Ovvio perché adoro i giochi con le formiche (e anche api, ma dovevo scegliere). Dov'è Alkyla? C'è un articolo a riguardo. Extra: divoratore di libri, fanatico di F1, socio CICAP e web master di questo sito.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy Policy