Cloud City – Recensione

di Davide “Canopus” | Cloud City – Recensione

Titolo Cloud City
Autore Phil Walker-Harding
Lingua versione provata Multilingua (tra cui italiano)
Editore versione provata Blue Orange
Altri editori
Numero giocatori 2 / 4
Durata partita Da 30 a 60 minuti
Anno pubblicazione 2020
Altri titoli
Meccaniche City building, astratto, piazzamento tessere, obiettivi comuni a più giocatori, filler
Dipendenza dalla lingua Nessun testo nel gioco
Prezzo indicativo (in data recensione) Circa 30€

Verso il cielo, oltre le nuvole, sempre più su, non permetteremo che la gravità imbrigli i nostri sogni…

So che a molti di voi il nome Phil Walker-Harding non dirà molto, eppure è un autore prolifico che ci ha regalato dei gioiellini di giochi come Sushi Go, Cacao, Imhotep, Bärenpark e Dungeon Raiders. Questa volta ci presente un astratto in pieno stile Blue Orange (editore di titoloni come Kingdomino e Photosynthesis) con evoluzione tridimensionale che sicuramente fa un certo effetto anche solo a guardarlo apparecchiato sul tavolo da gioco. In Cloud City vi troverete a costruire edifici sopra le nuvole, collegarli con passerelle vertiginose e guadagnare voti dal consiglio cittadino. Sarà un titolo “all’altezza”?

| Ambientazione

Cloud City - Dettaglio 1Cloud City è palesemente un astratto. Ma comunque viene presentata un’ambientazione relativa ad una sfida tra architetti nel realizzare grattacieli e collegarli tramite passerelle ad altezze smisurate, oltre le nuvole (cosa che mi fa venire in mente scenari a metà tra episodi del Doctor Who e il film “Il Quinto Elemento”). La città di Cloud City ha un consiglio cittadino i cui membri vanno pazzi per le passerelle: più un architetto ne fa e di lunghe, più voti prende dal consiglio. Quindi, alla fine, l’architetto migliore sarà il più bravo a costruire tante e lunghe passerelle.

| Materiali

Tanti bellissimi edifici di plastica dentro la scatola di Cloud City, ben 96 divisi in 3 categorie: edifici bassi blu, edifici medi verdi ed edifici alti color sabbia. Un edificio non è altro che un parallelepipedo con una croce all’estremità dove poggiare una delle due estremità a punta delle passerelle. Le passerelle sono strisce di cartoncino di diverse lunghezze e raggruppate anche queste in 3 gruppi: passerelle blu applicabili agli edifici bassi definite passerelle fiume; passerelle verdi associate agli edifici medi denominate passerelle foresta; passerelle gialle per gli edifici alti chiamate passerelle sabbia. Su ogni passerella è indicato anche il valore in punti… ehm, voti del consiglio, da 1 ad 8, che non è detto corrisponda alla lunghezza.

Cloud City - ComponentiSono poi presenti 48 tessere nuvola in cartoncino. Potremmo definirle come le viste dall’alto dei vari isolati della città e appariranno come tessere bianche (state guardando delle nuvole) con due quadrati colorati che rappresentano gli spazi dove mettere gli edifici. Ogni colore di uno spazio richiede di piazzare l’edificio di quel colore. 4 di queste tessere sono le tessere iniziali dei giocatori, si riconoscono perché doppia faccia e per il disegno, ottimamente mimetizzato (cioè non si vede), di alcuni uccelli al centro della tessera.

Concludono la dotazione componenti 10 carte progetto speciale quadrate, fuori formato 50×50 mm, che riportano degli obiettivi da raggiungere a fine partita per dei punti extra (o per evitare di perdere punti). Queste carte sarebbero pensate per una variante di gioco, ma ne consiglio caldamente l’utilizzo.

Canopus

Canopus

Giocatore per passione, german di vocazione, non dico di odiare la presenza del caso nei giochi ma io e la dea bendata abbiamo rotto molto tempo fa e non siamo rimasti proprio in buoni rapporti. Divoratore di fumetti, anime, serie televisive, giochi e soprattutto buon cibo; appassionato di viaggi e buon cibo; ho una natura curiosa e sono fiero di essere un ossessivo compulsivo (ma pure un po’ convulsivo) per schematizzazioni e analisi, oltre che… un amante del buon cibo. Ok, mi piace il buon cibo! Scrivo prevalentemente recensioni e sono specialista delle moderne tecniche di management, come il pungolo elettrico, che utilizzo con i nauti. Gioco come non ci fosse un domani!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy Policy