Golazo – Recensione

| Impressioni

I materiali e le carte sono di buona fattura, la grafica è abbastanza minimale ma chiara e immediata. I due dadi personalizzati e il pallone sono gli elementi in più che caratterizzano i componenti, non male il fatto che ci siano sei diverse combinazioni (utilizzabili tre alla volta) di colori di maglia.

Ora dire che Golazo sia un simulativo di calcio è abbastanza eccessivo però almeno richiama quell’emulazione divertente delle partite, incluso il fattore imprevedibilità. Non ci sono diretti collegamenti a squadre reali (se non con i colori dei token), però gli eventi di gioco sono tutte cose realiastiche. Il calcio si sente.

Scritto bene, con molte illustrazioni ed esempi. L’impaginazione è ottima e tutto è spiegato in maniera chiara.

Non posso nascondere uno degli elementi che fanno il bello e il brutto tempo a Golazo, ovvero il dado. Si tira all’inizio del turno e determina sia l’iniziativa che lo scandire del gioco, nonché l’eventuale pesca degli eventi, altro fattore caratterizzato dalla fortuna. E ovviamente quanti punti azione avete a disposizione. Sulla scelta delle carte per il tiro e la parata è un aspetto abbastanza ingestibile però ci sta, e mi ha ricordato la sensazione di tirare i rigori a Goal Goal Goal.

L’idea di base del moviemento delle pedine giocatori sul tabellone è semplice quanto funzionale, anche se a volte c’è il rischio di una certa staticità, soprattutto in difesa, dove spesso è conveniente arroccarsi. Tutto sommato è un gioco davvero semplice, e si hanno sempre delle scelte diverse da fare, va giocato in maniera non troppo seria altrimenti rischia davvero di diventare noioso.

Un difetto che ho riscontrato è nella durata, che può veramente variare in maniera notevole, visto che è molto legata al tiro di dado. Su questo punto avrei preferito una modalità differente

Ovviamente alta, tentativi di rubare la palla, eventi diretti, e ovviamente tentativi di segnare.

Le partite si differenziano per la pesca degli eventi e dall’andamento del dado, forse sarebbero serviti più eventi per renderlo più imprevedibile.

È un gioco solo per due, quindi scala bene (cit.)

| Conclusioni

Questo è il riassunto di Golazo, un simpatico gioco a tema calcistico, adatto a tutti da prendere alla leggera.

Bella simulazione calcistica Fortuna molto presente nel tiro di dado e nella pesca delle carte
Riproduzione degli schemi tattici del calcio Casualità della durata della partita
Metodo per segnare che ricorda i giochi arcade Nessuna personalizzazione nelle squadre
Regole facili da imparare Reperibilità non semplice
Nessuna abilità manuale richiesta

Renberche

German per vocazione e genetica, ma amante anche dei giochi storici. Segue ciò che Kickstarter produce, spesso pentendosene. Gioca a tutto ma si lamenta quando c'è un dado da tirare. Conosciuto anche come il nauta polacco, data la passione per i giochi in tema Est Europa. La mia top 3? Agricola, Twilight Struggle, Le Havre. La mia bottom 3? Unlock, Avalon e Intrigue. Perché una formica come logo? Ovvio perché adoro i giochi con le formiche (e anche api, ma dovevo scegliere). Dov'è Alkyla? C'è un articolo a riguardo. Extra: divoratore di libri, fanatico di F1, socio CICAP e web master di questo sito.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy Policy