Völuspá: piazzamento tessere al gusto norreno

Di Alberto “Doc”

Per chi ama la meccanica del piazzamento tessere, White Goblin Games propone fra le sue novità per Essen il gioco Völuspá,  nome preso dall’omonimo poema che rappresenta una delle fonti principali per lo studio della mitologia norrena.  Regolamento alla mano, vediamo come è fatto e come funziona.

La meccanica di gioco è molto semplice: si piazzano tessere ortogonalmente a quelle già presenti e se si è piazzata la tessera col valore più alto in una riga o una colonna, si totalizzano tanti punti quanto il totale delle tessere che compongono quella riga o quella colonna. La parte che può dare una certa variabilità al gioco è quella degli effetti speciali di alcune di queste tessere che possono ad esempio inibire il piazzamento di tessere adiacenti, modificare valori ed effetti di altre tessere ed altro ancora.
VöluspáEntrando nel merito del turno di gioco, si svolgono tre semplici fasi: piazzare una tessera se possibile (o scartandola quando non è possibile), conteggiare i punti se si verificano le condizioni sopra indicate, pescare una nuova tessera per ritornare a 5 tessere nella propria mano (quantità con cui si parte a inizio partita e che rimane costante fino alla fine).
Nella scatola sono presenti due set, il primo formato da 60 tessere che rappresenta il gioco base, il secondo formato da altre 25 che rappresenta l’espansione (la saga di Edda) composto da 4 nuove tipologie di tessere con nuovi poteri. Completano i materiali, un tabellone segnapunti, i rispettivi segnalini in 5 diversi colori e i tasselli “+50” e “+100”.

VöluspáIn conclusione si tratta di un gioco fondamentalmente astratto che ricorda per certi aspetti Qwirkle nel modo di piazzare e conteggiare le tessere. Piacevole il tema e la grafica. Rimane da valutarne la profondità, le possibilità che concedono i poteri delle tessere durante le partite e la longevità anche se quest’ultima dovrebbe essere garantita almeno in parte dalla espansione già inclusa nella scatola, politica che sarebbe bello anche altre case editrici adottassero (chi ha detto Fantasy Flight?!?!? :D ). Per qualche dettaglio in più potete dare un occhio al regolamento.

Un pensiero su “Völuspá: piazzamento tessere al gusto norreno

  • Avatar
    18 Settembre 2012 in 12:11
    Permalink

    Ho dato una letta al regolamento (4 pagine) e concordo con Alberto.
    Il gioco sembra una versione più profonda di Qwirkle, con una grafica decisamente più accattivante.
    A me sinceramente piace più di Qwirkle, mentre la mia dolce metà continua a preferire la semplicità e la componentistica del suddetto.
    Segnalo che Voluspà è la riedizione di Kochina, gioco uscito nel 2009 con una grafica (a dire il vero un po’ troppo colorata per i miei gusti) in stile Maya.
    Qui il link per farvi un’idea:
    https://boardgamegeek.com/image/571923/kachina

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy Policy