Guardians Chronicles: supereroi col deckbuilding

di Alberto “Doc”

i cooperativi con il deckbuilding stanno ultimamente venendo di moda ed ecco che l’estate ci porta un nuovo esempio portando su Kickstarter Guardian Chronicles, un gioco di Frédérick Condette ed edito dalla IELLO in cui un gruppo di supereroi si unirà nella lotta per sventare i perfidi piani del professor Skarov. Ce la faranno? e come? Vediamo di capirci qualcosa in più…

Il gioco è innanzi tutto un cooperativo “tutti contro uno” in quanto uno dei giocatori vestirà i panni del perfido professor Skarov, mentre gli altri quello dei supereroi che dovranno cercare di sconfiggerlo. Il gioco ha una plancia modulare formata da 9 quadrati che andranno a formare una griglia 3×3. I personaggi vengono fatti entrare da uno di questi quadranti e si muoveranno fra le varie zone affrontando nemici e superando trappole con lo scopo di completare l’obiettivo della missione come ad esempio sventare un attacco missilistico nucleare o altre sventure simili.

Come introdotto dal titolo si tratta di un deck-building e ogni giocatore ha in dotazione un proprio mazzo speciale con cui poter potenziare il proprio personaggio durante la partita o dotarlo di un potere speciale. Nel proprio turno di gioco vengono giocate una o due carte azione con cui poter incrementare le abilità base del proprio supereroe che sono movimento, attacco, difesa e mente o per attribuirgli un potere speciale. Il turno prosegue con lo svolgimento di quattro azioni che il giocatore può eseguire nell’ordine che preferisce e che sono: muoversi attraverso la base, attaccare un nemico, usare un potere speciale su una carta azione giocata o usarlo sulla propria scheda personaggio.

Una volta che il turno dei supereroi è terminato, inizia quello del professor Skarov che riceverà un determinato numero di punti azione, valore che si basa in parte sul numero di azioni effettuate dai giocatori nel loro turno. Con questi punti potrà attivare se stesso, o i propri tirapiedi o i propri robot e fargli eseguire le azioni similmente a quanto avviene per il turno di un supereroe.

Questo titolo non è molto diverso da quanto già visto negli altri deckbuilding sul genere fumetto/supereroi/difensori della terra, ma ha di interessante l’introduzione di un cattivo in carne ed ossa che similmente a quanto avviene in Descent o Le case della follia, usa punti azione con cui ribattere alle mosse dei buoni. La grafica sicuramente accattivanti saprà attirare più di qualcuno, vedremo se le meccaniche di gioco sapranno fare altrettanto una volta seduti al tavolo.

Un pensiero su “Guardians Chronicles: supereroi col deckbuilding

  • Avatar
    15 Giugno 2013 in 21:52
    Permalink

    Stavo seguendo con molto interesse il titolo. Chissà perché, la mappa 3×3 mi ricorda molto Ghost Stories, qui però il tema supereroistico potrebbe attirare maggiormente gli appassionati ;)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy Policy