Mombasa, semplicemente

di Daniel “Renberche”

L’Africa è stata (e lo è ancora) una terra di ricchezze naturali, che nel tempo sono state sfruttate da lesti mercanti. L’obiettivo di far denaro ha spinto molti ad investire nelle compagnie che avevano la loro base in alcune città importanti e questo sarà alla base di uno dei titoli che, almeno all’apparenza, potrà essere tra i protagonisti dell’autunno ludico in arrivo.

Buona lettura.

Mombasa è un gioco che si prospetta tra quelli di punta di questa Essen 2015, un gestionale bello tosto dove gli sfidanti dovranno riuscire a pianificare per bene le mosse e le carte che sfrutteranno nei turni a disposizione. L’autore è Alexander Pfister ed esce per Pegasus Spiele ed Eggertspiele mentre in Italia sarà editato da Uplay Edizioni.

Numero di giocatori: 2 – 4
Durata: 75 – 120 minuti
Link al regolamento: click
Dipendenza dalla lingua: nessuna

Setup & Materiali

Messo il tabellone al centro del tavolo disporre tutt’attorno a mo’ di cornice i quattro tracciati delle compagnie, riempire con le basi commerciali dei colori appropriati le quattro basi sempre delle compagnie (ognuna per lato nei colori bianco, giallo, rosso, marrone). Mescolare le carte azione in base allamombasa_szene lettera che presentano sul retro e creare una pila con la lettera E in basso a salire fino alla A; riempire poi gli spazi appositi sul tabellone nell’area preposta pescando un totale di dodici carte. Mettere un certo numero di pound (dipendente dal numero di giocatori) sul tracciato dei round, mescolare le 72 tessere libro in base anche loro alla lettera sul retro e disporne quattro per ogni tipo sullo spazio preposto.
Ogni giocatore poi si prende del colore scelto la plancia, 9 carte azione iniziale, 4 segnalini da mettere sui tracciati delle compagnie, un segnalino diamante da porre sulla propria scheda, un pound, un segnalino calamaio e tanti gettoni bonus in base al numero di partecipanti.

Scelto a caso il primo giocatore, si assegnano le carte 1-espansione e ogni giocatore riceve una tessera iniziale, che porrà sulla propria scheda e dalla quale discernerà le carte iniziali da mettere negli slot riposo (in pratica sopra la propria plancia di gioco) e i bonus iniziali.

Il gioco

La partita si annida lungo 7 round, ognuno dei quali costituito dalle seguenti 3 fasi:

  1. Pianificazione: simultaneamente tutti i giocatori scelgono coperte le carte azione che sfrutteranno nella successiva fase di azioni. Inizialmente vi sono tre spazi a disposizione ma potranno aumentare di due nel corso della partita. Quando tutti hanno scelto si scoprono le scelte fatte.
  2. Azione generale: in ordine di turno ogni giocatore deve eseguire una delle seguenti azioni di seguito sinteticamente descritte. Va precisato che utilizzare una carta significa poi girarla e non renderla disponibile per la scelta delle eventuali azioni successive e questo è un fattore molto importante da tenere di considerazione in quanto ogni carta ha elementi che intervengono su più fattori.
    1. Utilizzare una o più carte di un tipo di merce presenti nell’area azione: lo scopo è quello di ottenere nuove carte tra quelle presenti sul tabellone e di avanzare nei tracciati delle compagnie.
    2. Utilizzare tutte le carte espansione presenti nell’area azione: grazie a questa azione ci si espande nelle regioni africane ed eventualmente si posizionano delle basi commerciali della compagnia scelta, ottenendo i benefici indicati nella regione.
    3. Utilizzare una carta contabile presente nell’area azione: in pratica si avanza il calamaio nel tracciato della contabilità della propria plancia, non mi addentro nei dettagli, preciso solo che per avanzare bisogna prima aver preso dal tabellone i segnalini libro e che bisogna soddisfare i requisiti che presentano per spostare il marcatore.Mombasa_2
    4. Utilizzare una carta mercante di diamanti presente nell’area azione: si avanza il segnalino diamante presente nella propria plancia e si ottengono pound.
    5. Posizionare un gettone bonus: se si soddisfano i requisiti posti si può posizionare uno dei propri gettoni nello spazio scelto sul tabellone e ottenere i bonus indicati.
    6. Terminare la propria fase azioni: quando un giocatore non vuole o non può più eseguire una delle azioni sovra indicate termina il turno, riprende in mano una delle carte dall’area sopra la propria plancia, rivela tutte quelle poste sotto l’area azione (quella sotto) e le “spedisce” sopra, mettendole sotto quelle già presenti ma con la parte di testa della carta visibile.
  3. Preparazione per il round successivo. Anche quest’ultima fase e composta di più sottofasi:
    1. Spostare le monete dal tracciato dei round a quello dei libri;
    2. Riempire con nuove carte azione il tabellone ove necessario;
    3. Restituire i gettoni bonus utilizzati.

Dopo i 7 round la partita termina e si effettua il calcolo dei punteggi finali segnando le monete, i valori delle azioni possedute, i punteggi dati dalla posizione sul tracciato del diamante e quello della contabilità e chi avrà ottenuto il valore maggiore sarà il vincitore.

Considerazioni

Ho cercato di comprimere al massimo le meccaniche del gioco, se date un occhio al regolamento vedete che ci sono molti elementi da considerare che fanno di Mombasa uno dei german più in vista per la prossima fiera. Ad occhio sembraMombasa_view ben strutturato, non immediato da gestire e con molte varianti date dalle carte, l’ambientazione non so quanto sarà sentita ma mi pare evidente che qui l’obiettivo è quello di far spremere le meningi ai giocatori più che immedesimarli nel periodo. Ovviamente in questi casi c’è sempre il rischio che qualche elemento sia sbilanciante ma solo il giocarci potrà dare qualche sentenza. Nel frattempo direi che abbiamo un altro titolo da provare sicuramente ad Essen e chissà che a qualche nauta non faccia gola e se lo porti a casa.

  •  
    15
    Shares
  • 15
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy Policy