Detective: sulla scena del crimine | Recensione

Detective

di Daniel “Renberche” |  Detective: sulla scena del crimine

Titolo Detective: sulla scena del crimine
Autore Przemysław Rymer, Ignacy Trzewiczek, Jakub Łapot
Lingua versione provata Italiano
Editore versione provata Pendragon Game Studio
Altri editori Portal Games (editore originale)
Numero giocatori 1 / 5
Durata partita 120 / 180 minuti
Anno pubblicazione 2018
Altri titoli
Meccaniche Deduttivo, cooperativo, storytelling, investigativo
Dipendenza dalla lingua alta
Prezzo indicativo
(in data recensione)
Circa 45€

Più che tante parole, visto che il gioco di suo ne avrà a iosa, ascoltate questa sigla prima di iniziare. Poi buona lettura!

| Ambientazione

Già dal nome si può intuire come in questo gioco saremo dei detective in scatoletta. Precisamente ci troveremo nella sede di Antares, l’agenzia investigativa più avanzata al mondo, sotto la giurisdizione della Federal Bureau of Investigation, quindi l’FBI. Nella scatola in questione saremo al primo anno di servizio e avremo addosso gli occhi dei media, dell’opinione pubblica, e probabilmente anche dei nostri vicini di tavolo. Nel gioco troveremo cinque casi da risolvere, tutti in qualche modo legati tra di loro, a formare un’unica campagna.

Come sempre in questi casi scrivere una recensione comporta il rischio di spifferare qualche cosa, in questo caso vi tranquillizzo, eviterò ogni elemento relativo nello specifico ai vari scenari, spiegando le meccaniche come da regolamento. Nei commenti finali ovviamente traviserà qualcosa in merito alla campagna ma non vi saranno riferimenti diretti. Nell’articolo troverete anche un’immagine di alcune carte volutamente filtrata perché non si legga il testo.

| Setup e regolamento

Il setup per questo gioco è molto semplice. Si posiziona la plancia, indicante i cinque luoghi della città ovvero il Laboratorio, il Tribunale, la Stazione di polizia, il generico Sul campo, e ovviamente la base operativa cioè il Quartier Generale, e due indicatori: uno rappresenta l’andamento dei giorni, l’altro l’orario del giorno in corso. Si posiziona la pedina Investigatori, la macchinina, sul Quartier Generale, la pedina Giorno sulla casella 1 del Calendario e il token orario sulle 8:00 della casella Segnatempo. Ogni giocatore sceglie quale investigatore vuole essere tra cinque a disposizione  e prende i relativi segnalini Abilità indicati; le tessere rimanenti, nel caso si giochi in meno di cinque, vanno girate a formare il gruppo dei Consulenti, che forniranno semplicemente i segnalini Abilità indicati.

Fatto questo ci si collega al sito (www.antaresdatabase.com) e, una volta fatta la registrazione o il login, si inizia la campagna desiderata; nel caso in questione la Campagna I: il mistero dell’orologio d’oro. Prendere il mazzo relativo al caso in corso e posizionarlo sopra la plancia di gioco, senza sbirciare nessuna carta! Assicurarsi di avere la connessione ad Internet funzionante (potrà esservi utile non solo per il database) armatevi di carta, penna, pennarelli, post-it, cartelloni, lavagne, tutto quello che vi può servire per prendere appunti in libertà, realizzare mappe mentali e concettuali, prendere nota di elementi che vi sembreranno importanti nel corso della partita.

Fatto questo aprite l’altro libretto che trovate nel gioco, ovvero il Libro dei Casi, e leggete quanto riportato. Vi sarà sempre una parte narrativa e le indicazioni per lo scenario in corso che, come immaginabile, potrebbero modificare le indicazioni di setup standard qui descritte. In particolare vi dirà il numero di segnalini Stress che avrete a disposizione e delle indicazioni sul numero di segnalini Autorità con cui iniziare. Trovate il regolamento a questo indirizzo.

Detective

| Come funziona

L’obiettivo di una singola partita a Detective: sulla scena del crimine è risolvere il caso. Per farlo avete un tempo di gioco (non fisico) limitato dato dallo scenario e, una volta giunto a conclusione, vi troverete nel portale Web una serie di domande da rispondere, per le quali vi verrà assegnato un punteggio. Questo punteggio se sarà maggiore di una certa soglia vi garantirà il passaggio diretto allo scenario successivo altrimenti potrete rifare lo scenario appena fallito o leggere le soluzioni del caso prima di avanzare.

Non esiste il turno di gioco classico, alla base c’è la discussione su come spendere il tempo a disposizione, che è comunitaria. Le possibili azioni che avrete come investigatori a disposizione sono:

  • seguire una pista
  • scavare più a fondo
  • navigare nel database dell’Antares
  • navigare in internet
  • utilizzare un segnalino Autorità dalla riserva per attivare un’azione indicata dalla carta
  • compiere un’azione indicata nell’introduzione o da qualche carta specifica
  • scrivere un rapporto
  • utilizzare un’abilità dell’Investigatore

Al centro del gioco ci sono le carte Pista. Le Piste rappresentano scene del crimine, prove, informazioni varie. Ogni scenario ha il suo mazzo composto da 35 carte e il fulcro del gioco sarà nello stabilire quali piste seguire, ovvero quali carte andare a pescare e a leggere. Ogni carta ha un numero che la rappresenta (la prima cifra è relativa al caso), un colore, un valore in ore (h), una descrizione che generalmente sarà una parte di racconto con delle informazioni sulla pista, l’indicazione di Altre Piste, ovvero la possibilità di pescare altre carte per seguire nuove piste sbloccate dalla nostra indagine. Inoltre se è presente una freccia sulla carta sarà possibile scavare più a fondo, operazione che in generale può essere fatta solo nel momento in cui avete la pista aperta, e quasi sempre spendendo segnalini Abilità potrete girare la carta e vederne il retro.

Quindi di base nel gioco voi decidete quale pesca seguire, ovvero che carta pescare: la prenderete, la leggerete e prenderete appunti su ciò che vi fornirà. Via via si formeranno nuove piste e se tutto va bene avrete raggiunto la via corretta per risolvere il caso. Le carte potranno richiedere di interagire col portale che, generalmente, vi permette di inserire due modalità di dati: codici relativi ad impronte digitale o tracce di DNA, oppure interrogatori di persone, trovare contatti e altre informazioni utili. In taluni casi potrà comparire il classico simbolo dei wifi e questo vorrà dire che potrete utilizzare la connessione ad internet per informarvi su quanto indicato (usando Wikipedia, motori di ricerca, etc,).

Detective

Come anticipato il tempo è un fattore importante, ogni Pista ha un costo di tempo e di conseguenza porterà avanti l’indicatore. Anche lo spostarsi in città comporta investimento di tempo, infatti ogni movimento della pedina Investigatori vi costerà un’ora. Se durante il gioco andrete oltre l’orario di lavoro, che termina alle 16:00, dovrete utilizzare dei segnalini Stress, che vi porteranno dei punti negativi a fine scenario. Inoltre nel caso finiate quelli relativi al caso in corso sarete obbligati a finire la partita e a procedere con il rapporto finale, ovvero con le domande di fine scenario. Dovrete valutare bene come agire, seguire determinate piste che richiedono analisi in laboratorio possono essere più costose in termini di tempo che altre andando alla stazione di polizia ma magari sul momento le riterrete più importanti, e via così.

Quando avrete raggiunto la fine del tempo a disposizione dato dallo scenario dovrete accedere all’apposita area sul portale e rispondere alle domande relative al caso, stilando il rapporto finale. Le domande sono di due livelli, principali e secondarie, e sono a risposta multipla. Al punteggio ottenuto verranno attribuiti dei punti per eventuali tracce caricate nel database e sottratti i punti relativi a quanti segnalini stress avete utilizzato.

Capitoli: Parte 1 | Parte 2

| Continua il viaggio nel gioco con:

  •  
    7
    Shares
  • 7
  •  
  •  
  •  
  •  

Pages: 1 2

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy Policy