Forbidden Desert: un nuovo cooperativo d’avventura

di Alberto “Doc”

Per chi (come il sottoscritto) ha apprezzato Forbidden Island (L’isola Proibita), veloce cooperativo che sfrutta la meccanica di Pandemic, Gamewright ha programmato per il 2013 l’uscita di un suo sequel, almeno dal punto di vista dell’ambientazione: stiamo parlando di Forbidden Desert sempre partorito dalla mente di Matt Leacock. Vediamo meglio di cosa si tratta e in cosa si distingue dal suo predecessore.

In questo secondo capitolo della linea “Forbidden” (se così vogliamo chiamarla…) saremo alle prese con il recupero di una leggendaria macchina volante sepolta nelle profondità delle rovine di una antica città del deserto. Oltre ad occuparci della ricerca del velivolo, dovremo anche stare attenti a sopravvivere al caldo torrido e alle tempeste di sabbia.
Il regolamento non è ancora disponibile ma dall’introduzione al gioco la meccanica principale sembra ricalcare quella di Forbidden Island a cui vengono affiancate nuove carattersitiche come una plancia di gioco in costante evoluzione, la gestione individuale delle risorse e un metodo originale con cui individuare la macchina volante. Il gioco inoltre consente di allargare il numero di giocatori portandolo fino a cinque.

Questo il contenuto della scatola in metallo:

  • 49 carte
  • 48 segnalini sabbia
  • 24 tessere
  • 6 pedine
  • 6 clip
  • 4 parti di macchina volante
  • 1 modellino di macchina volante
  • 1 misuratore tempesta di sabbia
  • 1 supporto per il misuratore
  •  un manuale di gioco

Per chi non volesse accontentarsi solo di descrizione e foto riporto qui di seguito anche il piacevole filmato introduttivo del gioco direttamente preso dal sito dell’editore.

2 pensieri riguardo “Forbidden Desert: un nuovo cooperativo d’avventura

    • Doc
      4 Marzo 2014 in 12:31
      Permalink

      Ciao Gabriele,
      al momento non ci sono notizie a riguardo ma ho attivato un paio di canali e vediamo se mi sanno dire qualcosa :)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy Policy