Mangrovia: diventare capo tribu fra la lussureggiante vegetazione tropicale

di Alberto “Doc”

Alla Fiera di Essen è impossibile provare tutto quello che si vorrebbe e spesso capita di vedere proprio all’ultimo dei titoli che ci ispirano ma che è ormai troppo tardi per provarli. Mangrovia della Zoch Verlag è stato uno di questi. Addocchiato di sfuggita prima di partire e incontrato in fiera solo domenica, quando ormai stavamo uscendo per dirigerci verso casa, è stato uno dei miei rimpianti. Scoperto ora che la casa editrice ha pure fatto il manuale in italiano, ho deciso di approfondirlo e di parlarvene.

L’ambientazione ci vede membri di una tribù stanziata in un tipico paesaggio tropicale immerso, come da titolo, nella Mangrovia. Il saggio del villaggio ha sempre mantenuto l’armonia fra l’uomo e la natura ma è ormai tempo che sia nominato un successore che porti avanti e mantenga intatto questo equilibrio. I giocatori perciò dovranno dimostrare il proprio merito costruendo capanne lungo i sentieri divini e posizionando preziosi amuleti nei luoghi sacri.

Venendo alle meccaniche di gioco, un turno a Mangrovia è organizzato in tre fasi così impostate:

  • pic2255745_mdPiazzare le coppe – selezionare le azioni: i giocatori posizionano i propri segnalini coppa sui luoghi di culto liberi. Ogni posizione indica una o più azioni.
  • Spostare la barca – eseguire le azioni: il segnalino barca viene spostato intorno all’area dei culti posizionadosi in ordine numerico su ogni azione che viene immediatamente risolta. Le azioni disponibili sono:
    • Costruire capanne: si costruiscono capanne sulle caselle ancora libere della plancia di gioco e il paesaggio di fondo deve essere uno di quelli indicati dai due uccelli paradiso nella zona della scogliera dell’oracolo. Devono essere pagati i relativi costi in oggetti prezioni o amuleti e deve essere scartata dalla propria mano una carta paesaggio corrispondente. Se la capanna è stata costruita su una casella che tiporta punti capotribu, questi vengono subito conseguiti.
    • Piazzare uccelli paradiso: permette di spostare gli uccelli paradiso su territori diversi della scogliera dell’oracolo.
    • Pescare carte: si possono pescare carte dal mazzo dei paesaggi o da quello degli oggetti prezioni. E’ possibile prendere quelle scoperte o andare alla cieca dai mazzi in base a quanto consentito dall’azione.
    • Raccogliere amuleti: più capanne vengono costruite nelle zone amuleto, più amuleti si possono raccogliere con questa azione.
  • Preparare il prossimo turno: doveviene determinato il nuovo primo giocatore in base alla disposizione delle coppe e predisposto il setup per il turno successivo.

pic2279492_lgIl gioco termina quando alla fine di un turno, uno dei giocatori ha piazzato tutte le proprie capanne.A questo punto vengono sommati ai punti conseguiti durante la partita, quelli derivanti dagli otto sentieri divini dove sono state costruite le capanne, daaltri luoghi che fannoconseguire punti e dai rimanenti amuleti e si determina il vincitore.

Come spicca subito dal turno di gioco, Mangrovia è un titolo semplice e lineare e per questo giocabile da esperti e non. La selezione azioni e il piazzamento delle capanne mostrano però diversi accorgimenti interessanti. In particolare il piazzamento delle coppe consente la selezione di due azioni che vengono risolte in tempi diversi durante il movimento della barca, una soluzione singolare e che può portare a fare delle valutazioni non banali. in sostanza quindi un family game che potrebbe risultare stimolante anche ai gamer. Davvero un peccato non averlo provato in fiera per capirne le reali potenzialità. Ma spero diaverne ugualmente occasione in futuro. Nota piacevole è che sono presenti le regole in italiano, seppur con qualche errorino qua e la, ma è comunque uno sforzo che ho apprezzato molto. Per chi vuole approfondirle eccovi il LINK AL REGOLAMENTO.

pic2251082_lg

6 pensieri riguardo “Mangrovia: diventare capo tribu fra la lussureggiante vegetazione tropicale

  • Avatar
    11 Febbraio 2015 in 09:02
    Permalink

    Ciao ragazzi,
    complimenti per tutti i video e commenti sui giochi fin qui affrontati!!! molto utili sia per chiarimenti che per consigli sugli acquisti.
    Volevo capire però una cosa su questo gioco: Mangrovia!
    Inizialmente si hanno in mano 2 carte assegnate e a terra ci sono 4 carte scoperte oggetti preziosi e 3 paesaggio.
    Se metto un segnalino coppa,ad esempio, su giocare una carta scoperta e 2 coperte o viceversa, le carte coperte sono quelle in mano e scoperte quelle a terra o per scoperte si intendono quelle a faccia in su e scoperte quelle sul mazzo da scoprire?alla fine della giocata quante ne devo prendere per ripristinare la mano? Questo concetto non mi è chiaro.
    Se potete darmi una mano ve ne sarei grato!!!
    Ps. quando fate una recensione su cuba e l’espansione The president?!!!!
    Saluti a tutta la banda!!!!

    • Doc
      13 Febbraio 2015 in 12:06
      Permalink

      Ciao Francesco,
      prenderò in mano il gioco proprio questo weekend e per la prossima settimana vedrò di dare una risposta a quello che mi hai chiesto. :)
      Cuba ce l’ho e potrebbe essere possibile e valido da prendere in considerazione. Magari per questa estate ;)

  • Avatar
    15 Febbraio 2015 in 21:49
    Permalink

    Ciao Doc e tutta l’allegra compagnia.
    Forse leggendo meglio il regolamento ho capito che per carte scoperte intende prendere quelle da terra in mano e coperte quelle da scoprire…poi magari non restano a terra e quelli che vengono dopo……tutto a posto!!!
    Solo un dubbio mi resta: la colonna degli amuleti (dove in base alle capanne messe nelle apposite caselle aumenti il numero delle prese tra quelle che sono nel sacchetto – 1)…..gli amuleti si prendono tutti a fine partita o a fine turno di gioco?es. ho messo 3 capanne in 3 zone bordate di arancione/rosso posso pescare 3 amuleti e rimetterne 1 nel sacchetto a mio piacere…questo quando? se aumento a 4 etc etc?
    Ciao e grazie di tutto!!!!

    • Doc
      20 Febbraio 2015 in 10:37
      Permalink

      Ciao Francesco,

      ecccomi qua. :)

      Allora, gli amuleti li prendi quando esegui l’azione “raccogli amuleti”. A quel punto verifichi il tuo indicatore sulla colonna amuleti e peschi i corrispettivi. Infatti se ci pensi, gli amuleti sono una delle risorse che puoi usare per costruire le capanne, quindi se arrivassero a fine partita potresti usare solo gli oggetti preziosi per edificare ;)

  • Avatar
    22 Febbraio 2015 in 00:33
    Permalink

    Grazie di tutto e buon continuo giocare.
    Aspetto quando puoi la recensione di Cuba ed exp.
    Alla prossima!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy Policy