Descent 2: il mondo visto attraverso le ombre

di Luca “Maledice79” Lanara

Questa estate esce la nuova edizione di Descent. Non senza poche polemiche la Fantasy Flight ristampa e cambia tante regole di questo Dungeon Crawling di grande successo. A fine aprile sono state mostrate sul sito ufficiale le nuove regole che il signore oscuro dovrà seguire. Come prima cosa ci fanno sapere che i Punti Conquest scompaiono definitivamente e la gestione del mazzo di carte del cattivone, sarà molto personalizzabile, con il cosiddetto sistema deckbuilding!  Questa variazione è molto interessante,infatti sostengono, che ogni Signore Supremo potrà avere il proprio stile con tantissima strategia e man mano nel gioco la mano verrà sempre potenziata. Ma anche armato con il miglior deck, un overlord ha bisogno di servi cattivi per poter mandare a casa gli avventurieri. Le carte dei mostri sono  ricche di informazioni, hanno cercato di eliminare la necessità di controllare sul manuale le varie caratteristiche. La novità piu grande pero’ riguarda il “gruppo mostri”. Questo termine  è applicato a tutti i mostri di un solo tipo. Qualsiasi mostro dato sulla scheda si dice essere parte di un gruppo mostro, anche se è solo in un gruppo di uno. Ad esempio, tutti i minion goblin arcieri e maestro arcieri goblin sono, ai fini meccanici, indicate collettivamente come il “mostro di gruppo goblin arciere”.Questa variazione  cambierà completamente l’ingresso dei mostri nel gioco. Difetto che era pesante nella prima edizione dove i mostri entravano in gioco solo se fuori dalla linea di vista degli eroi. Se devo dire la mia non sono molto entusiasta di tutti questi giochi in ristampa (anche perchè Descent con tutte le espansioni mi è costato un occhio della testa)  ma credo che le nuove leve possano affezionarvici, in primis per la grafica nuova e poi perché le regole sono state alleggerite parecchio . Noi di Gioconauta vi faremo sapere la nostra quanto prima.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy Policy