On the Board #54: Betrayal at House on the Hill

di Luca”Maledice79″ Lanara

In attesa dei nuovi titoli (infatti bisogna giocarli e lo stiamo facendo continuamente), proponiamo una “vecchia” gloria, Betrayal at House on the Hill. Restiamo in campo american games (meno male) con un cooperativo, o meglio semi-cooperativo che ci porta nel più classico scenario dei film dell’orrore. Un gruppo di persone per un guasto ad una macchina, in una notte tempestosa, si fermano nella prima lugubre casa sopra la collina che incontrano . Inutile dire che la porta si blocca alle loro spalle e il saggio di turno, va da solo in cantina per vedere se trova la scatola dei fusibili. Insomma avete capito, ma come può fare paura un gioco da tavolo? Scopritelo. Buona Visione (mi hanno proibito di scrivere ancora Buona Visone)….

16 pensieri riguardo “On the Board #54: Betrayal at House on the Hill

  • Avatar
    22 Gennaio 2015 in 09:23
    Permalink

    Tutti bravi, come sempre siete fantastici, però c’è poco da dire: Maledice è l’Orlando Bloom di Gioconauta!

  • Avatar
    22 Gennaio 2015 in 14:36
    Permalink

    Ciao ragazzi, volevo chiedervi come fosse la scalabilità di questo gioco, immagino che il numero minimo di giocatori sia tre, essendoci il discorso del traditore che poi diventa sostanzialmente un master no?
    Grazie, ciao.

    • Canopus
      22 Gennaio 2015 in 20:32
      Permalink

      Ciao,
      si, il gioco parte da 3 giocatori e il traditore non è proprio un master, ma in effetti per certi versi ci va vicino. Come scalabilità non presenta grossi problemi, il livello di esplorazione della villa e la probabilità di rivelare lo scenario dipendono dai turni, non dal numero di giocatori. Quindi in una partita con 3 partecipanti mediamente ogni giocatore farà un numero maggiore di turni prima di rivelare uno scenario rispetto ad una partita con 6 giocatori. Piuttosto aumentano i tempi morti tra il tuo turno e il successivo con l’aumento del numero di giocatori, ma in genere poca cosa perché il turno giocatore è piuttosto rapido. Se vuoi una mia opinione, in più si è meglio è… ma è una questione di gusti personali e di gruppo di gioco.

  • Avatar
    22 Gennaio 2015 in 19:27
    Permalink

    …Ottimo video e bel Survival Horror. Non lo conoscevo!!!
    Chissà perché Fabio Pinco, a me, non lo ha mai consigliato? :)

    • Canopus
      22 Gennaio 2015 in 20:43
      Permalink

      Se sapevo che Maledice mi inseriva a tradimento in coda al video la raccontavo meglio. Comunque non è che me lo abbia proprio consigliato, chiesi pareri su entrambi i titoli e, non ricordo se Fabio o qualcun altro, mi parlarono con particolare enfasi di Betrayal. Pensai che al recensore in questione il gioco piaceva davvero molto e ricordo rimasi positivamente colpito. Che poi alla fine la mia collezione comprenda sia Betrayal che Le Case della Follia è tutta un’altra storia ;-)

  • Avatar
    22 Gennaio 2015 in 20:40
    Permalink

    GRANDISSIMI! Aspettavo in questa volta videorecensione :)

    MALEDICE sempre unico… btrll vhil… hahahah magari puoi rifarlo tu e chiamarlo La casa di Maledice :D
    ehehehhe
    Grazie Ragazzi, siete sempre mitici ;)

    • Maledice79
      23 Gennaio 2015 in 01:38
      Permalink

      Grazie a te per tutti questi complimenti :D
      Su la casa di maledice c’è sicuramente da dire una cosa: è in disordine :d

  • Avatar
    23 Gennaio 2015 in 19:03
    Permalink

    Maledice sei uno sbrago!!!

    Me lo ripeti in un ON THE BOARD dedicato alla pronuncia dei giochi inglesi, come chiedi al negoziante questo titolo !

    Ahahahahahahah

    Cmq questo titolo è la perla ludica per eccellenza degli american light games stile Horror…. Bellissimo!!!
    ;-)

  • Avatar
    24 Gennaio 2015 in 19:27
    Permalink

    Comunque sembra un bel gioco, soprattutto con delle meccaniche originali, e poi mi ricorda proprio le ambientazioni dei film horror anni 80. Il fatto che ci siano ben 50 scenari è un vantaggio alla sua longevità, oltretutto ho visto che sulla TDG si trova tutta la traduzione degli scenari e di alcune carte….quindi dovrebbe esserci tutto…..dovrebbe. Anche perché qui di testo in inglese c’è né parecchio!

  • Avatar
    24 Gennaio 2015 in 20:08
    Permalink

    Si però occorre fare attenzione con la traduzione perché non sempre l’ho trovata corretta negli scenari.
    Questi ultimi inoltre sono diversi: nella ristampa ve ne sono sempre 50, ma rispetto alla vecchia edizione 8 sono stati cambiati.

    • Canopus
      26 Gennaio 2015 in 00:15
      Permalink

      Aggiungo che sono cambiate anche alcune carte evento che agiscono negativamente sui giocatori che possiedono determinati oggetti. Ma basta un veloce controllo per fare le dovute correzioni.

  • Avatar
    5 Febbraio 2015 in 19:37
    Permalink

    Quindi le traduzioni che si trovano sulla TDG fanno riferimento alla prima edizione del gioco?

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy Policy