On the Board #104: Arkham Horror 3ed.

di Gioconauta | On the Board #104: Arkham Horror 3ed.

E come disse, più o meno, Abdul Alhazred nel suo Necronomicon “Non è morto ciò che può attendere la sua Terza Edizione”.

In questo On The Board i nostri Gioconauti, Alkyla, Canopus, Doc e Maledice, ci parlano della riedizione di un grande classico American: Arkham Horror.

Se della prima edizione si sa ben poco, edita nel 1987 ormai è da considerarsi persa nel tempo e nello spazio; la seconda edizione di Arkham Horror, a cura di Fantasy Flight Games nel 2005 (ma localizzata in Italia nel 2006), è stata letteralmente un apri pista: il portale per far entrare Cthulhu, Nyarlathotep e gli altri Grandi Antichi del panteon nato dalla florida mente di H. P. Lovecraft, nel mondo dei boardgame.

Inutile dirlo, dato che siamo qui a presentare la terza edizione, che questo ingresso ha avuto un successo incredibile, basti pensare che non solo Arkham Horror può vantare la pubblicazione di ben 8 espansioni (senza contare materiale promo ed espansioni realizzata dai fan) ma dà vita ad una serie di ben 7 titoli, denominata successivamente da Fantasy Flight Games come Arkham Horror Files, che riprendono la medesima ambientazione, terminologia (anche in riferimento alle meccaniche) e grafica (salvo evoluzioni negli anni).

Con un’eredità simile questa riedizione poteva essere semplicemente una ripubblicazione del vecchio titolo, magari una big box con qualche espansione dentro, invece FFG fa le cose in grande e con un certo coraggio introducono novità che distanziano il titolo dal predecessore, come una mappa modulare, degli scenari di gioco… ma meglio fermarsi qui per non spoilerare.

Ormai avrete capito il perché un titolo come Arkham Horror Terza Edizione non potesse non passare sotto la lente d’ingrandimento dei nostri Nauti, non resta che scoprire cosa ne pensano.

Ma prima di salutarvi con un lovecraftiano fhtagn vi lascio la lista delle espansioni di Arkham Horror Seconda Edizione:

  • La Maledizione del Faraone Nero;
  • L’Orrore di Dunwich;
  • L’Orrore di Innsmouth;
  • L’Orrore di Kingsport;
  • Il Re in Giallo;
  • Il Capro Nero dei Boschi;
  • Il Guardiano della Soglia;
  • L’Orrore della Miskatonic.

L’ultima espansione, “L’Orrore della Miskatonic”, contiene materiale extra non solo per il gioco base ma anche per le singole espansioni, una sorta di espansione che espande anche le espansioni. L’espansione “La Maledizione del Faraone Nero” fu rieditata con il materiale extra presente in “L’Orrore della Miskatonic”, ma fu l’unica espansione a subire questo restyling, poco dopo la pubblicazione il gioco fu abbandonato e non vennero pubblicate nuove espansioni, probabilmente dovuto anche alla pubblicazione nel 2013 di Eldritch Horror, considerato sovrapponibile per certi aspetti ad Arkham Horror.

I titoli della Arkham Horror Files invece sono:

Al momento, invece, Arkham Horror Terza Edizione può contare due espansioni:

  • Abissi Oscuri (contiene 4 nuovi scenari e una tessera del tabellone doppia faccia con le città di Innsmouth e Kingsport);
  • Nel Cuore della Notte (contiene 2 nuovi scenari).

Ovviamente le espansioni non sono compatibili tra diverse edizioni del gioco.

Canopus

Canopus

Giocatore per passione, german di vocazione, non dico di odiare la presenza del caso nei giochi ma io e la dea bendata abbiamo rotto molto tempo fa e non siamo rimasti proprio in buoni rapporti. Divoratore di fumetti, anime, serie televisive, giochi e soprattutto buon cibo; appassionato di viaggi e buon cibo; ho una natura curiosa e sono fiero di essere un ossessivo compulsivo (ma pure un po’ convulsivo) per schematizzazioni e analisi, oltre che… un amante del buon cibo. Ok, mi piace il buon cibo! Scrivo prevalentemente recensioni e sono specialista delle moderne tecniche di management, come il pungolo elettrico, che utilizzo con i nauti. Gioco come non ci fosse un domani!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy Policy