FYFE – Recensione

di Daniel “Renberche” |  FYFE

Titolo FYFE
Autore Kosch
Lingua versione provata Inglese
Editore versione provata Pegasus Spiele
Altri editori Edition Spielwiese
Numero giocatori 2 – 5
Durata partita 20 – 45 minuti
Anno pubblicazione 2022
Altri titoli
Meccaniche Pesca casuale, posizionamento token
Dipendenza dalla lingua Nessuna
Prezzo indicativo
(in data recensione)
~45€

Cosa si può fare di più rilassante in un’isola deserta se non pensare a delle combinazioni di cinque colori, cinque simboli e cinque numeri da mettere in una griglia per fare più punti vittoria?

In FYFE i giocatori concoreranno per ottenere il maggior numeri di punti vittoria attraverso il posizionamento di tessere su una plancia personale. È un titolo da 2 a 4 giocatori, realizzato Kosch (credo sia un nome d’arte, su BGG questo è indicato come suo unico gioco) per la Pegasus Spiele.

| Ambientazione

Praticamente nessuna, è un gioco astratto nonostante riporti delle illustrazioni colorate richiamanti lontane e soleggiate isole dei Mari del Sud.

| Setup e regolamento

Ogni giocatore riceve una plancia, 15 tessere Punteggio e 7 tessere Portafortuna.

Tutti i token, precisamente 125 comuni e i 5 Portafortuna di ogni giocatore, vanno posti in un sacchetto, posizionare poi raggiungibili da tutti 15 tessere bonus FIRST!, i 5 token Punti bonus e le tessere Jolly.

I token base del gioco riportano ognuno tre informazioni: il colore (azzurro, verde, viola, rosso e giallo), un numero (1-5), e un simbolo (fiore, foglia, ananas, strana maschera, tartaruga). Ci sono 5 token per ogni combinazione possibile dei tre elementi (quindi 5x5x5 token complessivi).

Per iniziare ogni giocatore pesca due token dal sacchetto, ne posiziona uno sulla griglia e ci associa una tessera Punteggio.

| Come funziona

Una partita a FYFE dura esattamente 25 round ognuno dei quali composto dalle seguenti cinque fasi.

1. Pesca

Ogni giocatore pesca un token dal sacchetto e lo posiziona in uno spazio libero nell’area riserva della propria plancia. Nel primo round di gioco se ne pescheranno due, mentre nessuno nell’ultimo.

2. Attivazione dei token Portafortuna

Se un giocatore ha pescato uno di questi segnalini deve posizionarlo al centro del tavolo e pescare un nuovo segnalino (che dovrà essere di quelli standard); solo un segnalino Portafortuna può essere presente al centro del tavolo in un round.

Ora tutti i giocatori possono attivare una delle proprie tessere Portafortuna non utilizzate per eseguire l’azione speciale indicata.

3. Piazzamento

Ogni partecipante deve posizionare uno dei token presenti nella propria riserva su uno spazio vuoto della plancia personale.

4 . Posizionamento tessere Punteggio

Se nel precedente posizionamento la tessera è stata posta in uno spazio avente la riga, la colonna e/o la diagolale prive di tessere Punteggio, è obbligatorio sceglierne almeno una e posizionarla in uno di questi spazi.

5. Calcolo dei punti

Se un giocatore ha completato una tessera Punteggio la capovolge sul lato apposito, se è stato l’unico a farla in quel turno ed è stato il primo in generale otterà anche il corrispettivo segnalino FIRST che varrà tre punti. In aggiunta se un giocatore riesce a completare 2/3/4 obiettivi contemporaneamente rivecerà un bonus di 5/10/20 punti.

Alla fine dell’ultimo round semplicemente si sommano tutte le tessere Punteggio completate, tutti i vari bonus ottenuti e chi ha totalizzato il valore più alto è il vincitore.

| Impressioni

Materiali buoni, le plance sono grandi e i token ben colorati e raffigurati. Dentro la scatola il materiale non manca. Ho apprezzato lo sforzo a dare al gioco una grafica  complessiva curata, nonostante sia completamente astratto.

Nessuna, è un gioco astratto.

Chiaro e lineare.

FYFE richiede una buona dose di pianificazione accorta unita a alla fortuna della pesca dei token. Se da una parte gli errori si pagano caro, sia nel posizionamento dei token che nella scelta delle tessere Punteggio, anche le strategie migliori possono a volte essere vanificate se la pesca non è dalla propria parte. Mi piace il meccanismo generale del gioco, sia nella duplice scelta di dove posizionare un token e in che modo ottenere dei punti da quello, e anche la possibilità di pianificare anche l’uso dei jolly legato al rischio. Però non aspettatevi un grande controllo, diciamo che bisogna trovare durante ogni partita il giusto compromesso tra punti ottenibili e rischio nella pesca.

Si è credo volutamente lasciato il gioco il più asciutto possibile, l’unica parte più complicata sono gli effetti e la simbologia associata delle tessere Portafortuna. Potenzialmente si poteva fare un meccanismo di pesca più controllabile, stile per esempio Framework, dove ci pescano tante tessere quanti i giocatori più uno, e quindi c’è un certa scelta in più. Ovviamente qui rimane la riserva come elemento di gestione.

Stranamente non è stata inserita una modalità solitario, dove raggiungere un determinato numero di punti magari scartando a ogni turno delle tessere.

Zero assoluto, qui ognuno bada per se stesso e il massimo dell’interazione è vedere quali tessere sono state pescate dagl’altri giocatori per valutare le proprie strategie.

Longevità buona, ogni partita è a se, e molto dipende dall’impronta che gli si da dopo le prime pescate.

Il gioco, non presentando interazione, scala senza problemi, ovviamente in più giocatori vi è da una parte una maggiore probabilità che la tessera che ci serve venga pescata da qualcun’altro, ma dall’altro è più facile attivare le tessere portafortuna, visto il numero più alto di pescate.

| Conclusioni

FYFE fa parte di quella categoria di giochi astratti dove una partita tira l’altra, anche se richiede una buona dose di pazienza. Sicuramente adatto ai neofiti, le regole sono davvero immediate, e come materiali fa il suo come presenza al tavolo.

Immediato da giocare Fattore fortuna ben presente
Materiali curati Interazione nulla
Una partita tira l’altra

Ora perché non trovare qualche altro gioco tra:

Renberche

German per vocazione e genetica, ma amante anche dei giochi storici. Segue ciò che Kickstarter produce, spesso pentendosene. Gioca a tutto ma si lamenta quando c'è un dado da tirare. Conosciuto anche come il nauta polacco, data la passione per i giochi in tema Est Europa. La mia top 3? Agricola, Twilight Struggle, Le Havre. La mia bottom 3? Unlock, Avalon e Intrigue. Perché una formica come logo? Ovvio perché adoro i giochi con le formiche (e anche api, ma dovevo scegliere). Dov'è Alkyla? C'è un articolo a riguardo. Extra: divoratore di libri, fanatico di F1, socio CICAP e web master di questo sito.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy Policy