Miniboard #7: Ta-Pum!

ta-pum

di Luca”Maledice79″ Lanarata-pum

Oggi Ta-Pum mette alla prova i giocatori in una difficile sfida di collaborazione, dove solo la fratellanza può permettere di portare a casa la pelle e uscire illesi, o quasi, dalle terribili trincee della Prima Guerra Mondiale. Un gioco di casa Oliphante da 1 a 5 giocatori. Durata media 30 minuti. Vediamo che si dice dalla trincea. Buona visone……….. 

 

  •  
    11
    Shares
  • 11
  •  
  •  
  •  

3 Responses to Miniboard #7: Ta-Pum!

  1. Avatar Elijah Six ha detto:

    Non concordo granché sul contro “la fortuna è veramente tanto presente”.
    Le carte trappola vanno giocate subito (nella terra di nessuno), evitando di essere in balia della fortuna (giocandole quando si è già messi male). Oppure bisogna fare discorsi e scartare, quando possibile, carte trappola.
    Insomma, giocando bene, si riesce a gestire la situazione a proprio favore, speculando il meno possibile.

    • Canopus Canopus ha detto:

      Concordo che una buona strategia può ridurre l’impatto della casualità, ma ricordo anche che per regolamento non si possono scambiare informazioni sulle carte che si hanno in mano. Quindi la questione “discorso” per eliminare le trappole vale entro un certo limite. Rimane un gioco dove si pescano carte a caso e si possono ripescare per effetto di altre carte, la casualità ha il suo peso inevitabilmente. Lo abbiamo provato sulla nostra stessa pelle quando l’unica partita che abbiamo vinto è stata tipo al terzo round senza alcuna difficoltà dopo una disfatta dietro l’altra. Poi sono punti di vista, c’è chi può trovare questo aspetto frustrante, chi invece può sentirsi più esaltato per la tipologia di sfida. Però, dato che la differenza tra una partita e l’altra può essere davvero elevata come difficoltà, ci è sembrato un contro.

  2. Avatar richimaru ha detto:

    Il gioco non mi e’ piaciuto. Lo trovo fortemente astratto e con un gruppo valido, dopo la seconda o terza partita e’ difficile perdere.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy Policy