On the Board #74: Zena 1814

di Luca “Maledice79” Lanara

Aspetta! Stiamo davvero pubblicando un On the Board? Sembra proprio di si. Infatti dopo mesi di fiere, news e lavori da scrivania siamo riusciti finalmente a giocare insieme. E ovviamente con mia immensa felicità, ci siamo buttati su un tedesco. Per chi ci avesse seguito nei giorni scorsi, sa che questo Zena 1814 era già stato apprezzato in quel di Essen. Ma sarà riuscito nelle prove successive a confermarsi un giocone? La risposta nel video. Buona Visione…

5 pensieri riguardo “On the Board #74: Zena 1814

  • Avatar
    12 Novembre 2015 in 13:53
    Permalink

    Intanto complimenti per l’ottimo lavoro che producete, solamente una domanda: come scala il gioco in 2 giocatori? Ringrazio anticipatamente per la risposta.

    • Canopus
      12 Novembre 2015 in 18:29
      Permalink

      Grazie per i complimenti :-) In due non ho avuto modo di giocarci, so che è consigliata una variante applicabile anche per 3 giocatori, cioè la possibilità per i giocatori di piazzare fino a due cubetti del proprio colore sulle carte contratto. Mi sembra una soluzione funzionale, ma, secondo me, per la natura della meccanica di gioco, che prevede di disperdersi nei vari luoghi della mappa interagendo nei contratti dei vari giocatori e scegliendo attentamente dove incassare il bonus di maggioranza, direi che il gioco rende il meglio da 3 giocatori in su.

  • Avatar
    12 Novembre 2015 in 19:53
    Permalink

    Ottimo lavoro, mi permetto solo di affermare che:

    :) Le regole all’inizio del video sono spiegate male.
    Al di fuori del proprio turno di gioco, i giocatori, a partire dal PRIMO GIOCATORE, designato per quel turno, e procedendo in senso orario, possono piazzare un cubo influenza su una carta appena giocata da un altro giocatore su un’area, se posseggono almeno un familiare in quell’area e se possono pagare i soldi necessari, piazzando il cubo nel primo spazio disponibile sulla carta dall’alto verso il basso.
    Nella fase di risoluzione, dopo che tutti hanno passato, per una stessa area, prima si risolvono le carte di quell’area (eventualmente rimuovendo quelle che appunto vanno rimosse: carte-sfida perse o carte temporanee) e poi si verifica chi ha il controllo dell’area in esame; così per le altre aree, secondo l’ordine riportato sulla plancia.
    Per le battaglie, non è necessario superare il 6, ma avere un risultato pari o superiore al 6 e la carta viene rimossa; la sconfitta è per un risultato minore o uguale a 3 e la carta viene rimossa e con essa si rimuove anche la più vecchia tra le carte presenti nell’area indicata.
    A fine partita in caso di parità di punti Prestigio, vince chi ha più soldi.

    • Canopus
      12 Novembre 2015 in 22:33
      Permalink

      Ti ringrazio per la tua accurata spiegazione. :-) Però questo non è un tutorial ma una spiegazione delle regole veloce, intorno ai 4 minuti se non meno, per dare un’idea delle meccaniche di gioco allo scopo di introdurre le nostre 4 opinioni. Quindi spiegare ogni dettaglio non è il nostro obiettivo e purtroppo qualcosa resta fuori, ma credo e spero che tra la spiegazione generale e le opinioni si possa avere una panoramica del gioco per certi aspetti pure più completa. Però è vero, ho detto superare il 6 per le battaglie, mea culpa :-D

  • Avatar
    13 Novembre 2015 in 14:53
    Permalink

    … giusto! Per il videotutorial dobbiamo aspettare Alkyla!
    (la mia era una gentile richiesta leggermente velata…)

    siete dei grandi!

    m@

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy Policy