Il Carnevale si chiude con il Ballo in Maschera delle Coccinelle

di Gabriele “GabryBe” | Il Carnevale si chiude con il Ballo in Maschera delle Coccinelle

Qual è la soddisfazione più grande per una persona appassionata, indipendentemente da quale sia la propria passione? Secondo me è il condividere la passione stessa, con altre persone, soprattutto quelle alle quali si vuole bene.

Da appassionato di Giochi da Tavolo ho avuto la fortuna di condividere questa mia passione con mia moglie e con i miei figli. Ma si tratta davvero di fortuna?

Per quanto riguarda il coinvolgere una terza persona nella nostra passione la prima impressione è quella che conta: il gioco giusto, presentato nel modo e nei tempi giusti ci porterà, molto spesso, al successo!

Questa mia rubrica, che inizia oggi su queste pagine vuole essere un aiuto per tutti i lettori di Gioconauta che volessero estendere la passione alla propria famiglia, gruppo di amici, scolari, ecc.

Insomma: vuoi coinvolgere qualcuno nel fantastico mondo dei Giochi da Tavolo? Proverò ad aiutarti con dei giochi semplici ma per questo non banali, adatti a tutti ma non conosciuti da tutti. E lo farò portandoti su uno dei più pericolosi campi di battaglia visitati dai Gioconauti: il Family Battleground!

Il Ballo in Maschera delle Coccinelle

Iniziamo questo viaggio nel mondo dei giochi per famiglie e bambini con una delle più recenti uscite di dV Giochi: Il Ballo in Maschera delle Coccinelle, un gioco collaborativo per 2-6 giocatori dai 4 anni in più della durata di 20-30 minuti, ideato da Peter-Paul Joopen.

Perché parto da un collaborativo dai 4 anni in su? Perché non è banale, 4-5 anni è un’età nella quale difficilmente si riesce a collaborare, in cui ciò che è mio è mio, e quello che è tuo potrebbe comunque essere mio. Un’età nella quale se si fa una scala io vinco e tu perdi, se mangiamo una mela io l’ho finita per primo e tu “gne gne gne”.

Ecco: pensa a 6 bambini, seduti attorno ad un tavolo, che giocano per vincere insieme o perdere insieme. Il Ballo in Maschera delle Coccinelle è un valido strumento ludico per realizzare quello che per molti genitori, educatori o insegnanti potrebbe essere considerato un miracolo.

Ma entriamo nel dettaglio!

Componenti del gioco

I materiali del gioco sono tutti in legno o cartone. Le coccinelle hanno una componente magnetica funzionale al gioco stesso.

Ambientazione

Sta per arrivare il giorno del famoso Ballo in Maschera delle Coccinelle, e ciascuna coccinella non vuole sfigurare! Cosa pensano quindi le coccinelle? Pensano di dipingersi i puntini sulla schiena ciascuna di un colore differente. Poi, perché sono molto creative, pensano che scambiarsi i colori sia ancora più bello! Ma le coccinelle, si sa, sono molto schizzinose e non è detto che tutti i colori vadano bene a tutte le coccinelle. In tutto questo, le scaltre formiche, vogliono imbucarsi alla festa. Riusciranno le coccinelle ad arrivare pronte per la festa prima che le formiche si siano spazzolate tutto?

Meccanica di gioco

Setup rapidissimo: tabellone al centro del tavolo, una coccinella su ogni cerchio esterno di ogni petalo, tutti i puntini dello stesso colore nei buchi della stessa coccinella, formiche e tabellone picnic a portata.

Inizia il giocatore più giovane (Pro tip: fate imitare una coccinella che si prepara alla festa ai bambini, quella che fa più ridere inizia per prima. Fate votare i bambini!).

Al proprio turno il giocatore fa ruotare la freccia al centro del tabellone, con due possibili risultati:

  • La freccia si ferma tra due petali: il giocatore prende una formica e la piazza sul ceppo o, se è pieno, su una delle foglie libere della pianta verde.
  • La freccia si ferma su di un petalo: il giocatore prende la coccinella che sta sul petalo e la posiziona su un cerchio libero di un altro petalo, in modo da posizionarla di fronte ad un’altra coccinella. A questo punto, grazie alle calamite presenti sui musi delle coccinelle, potranno succedere due cose:
    • una coccinella si gira dall’altra parte: il giocatore rimette la prima coccinella a posto e passa il turno.
    • le due coccinelle non si girano:  Spesso si “baciano”, ma in ogni caso il giocatore deve scambiare due puntini tra di loro. Poi riprende in mano la coccinella e prova a posizionarla davanti ad un’altra, e così via finche una coccinella si gira dall’altra parte. A quel punto non si fa uno scambio e il turno del giocatore termina.

Quando una coccinella ha 5 puntini differenti sulla propria schiena è pronta per il ballo: viene posizionata su uno dei denti di leone liberi.

La partita termina quando tutte le formiche sono sulle foglie della pianta (i giocatori hanno perso) o se tutte le coccinelle si trovano sui denti di leone (i giocatori hanno vinto). Gli insetti vincitori vanno poi posizionati attorno al banchetto per festeggiare la vittoria!

La mia opinione

Il Ballo in Maschera delle Coccinelle, funziona benissimo! Fin dalla prima partita i bambini al vostro tavolo saranno attratti dall’effetto wow delle coccinelle che si girano in autonomia quando posizionate.
Questo effetto non è da sottovalutare, infatti sarà così tanta la voglia da parte dei bambini di scoprire se le coccinelle si baciano o si girano che riusciranno a collaborare divertendosi insieme.
Bello, colorato e immediato. Consigliato!

Articolo a cura di Board-Games.it in esclusiva per Gioconauta. Board-Games.it. Si ringrazia dV Giochi per la copia di valutazione.

GabryBe

GabryBe

Papà, Educatore Professionale Sanitario, Boardgamer. Scrivo di giochi per passione, studio giochi per approfondimento e cultura personale. Membro di Board-Games.it

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy Policy