Nauti al verde – Kickstarter & co in arrivo (forse) #4

di Gioconauta

Ma quanti Kickstarter hai fatto questo mese? Mi è arrivata la notifica del corriere ma non so cosa mi dovrebbe consegnare, qualcuno di voi si ricorda cos’ho comprato?

Eccoci giunti al quarto episodio di questa serie di articoli su come i nauti puntano sul futuro e fanno rifornimento per il Momento Edonismo delle loro live. L’estate può sembrare una stagione fiacca, ma in realtà anche se si va al mare si tiene sempre d’occhio la cassetta della posta. Sia mai che il Kickstarter che aspettavamo da tre anni non arrivi proprio a ferragosto!

Davide “Canopus”

Arkeis: mummie che parlano francese made in Ankama, con un quartetto di autori di tutto rispetto: Bauza, Maublanc, Rivière e Lebrat. Questo titolo sulla carta promette tanto. Già solo ambientazione è una calamita, è difficile resistere a storie di misteri e scoperte all’epoca delle avventure archeologiche tra le rovine dell’antico Egitto. Ma non basta, abbiamo miniature impressionanti, grafica stupenda, un colpo d’occhio da urlo (andate a guardare le tile delle rovine e del deserto come compongono l’area di gioco), tantissime modalità di gioco, una storia ramificata, pompatissimo aspetto narrativo, modalità legacy e una meccanica molto semplice e che dovrebbe compensare pure i risultati negativi dei lanci sul lungo periodo. Sarà anche un american, ma ha le carte in regola per piacere anche ad un german come me. Sempre se arriverà prima che mi trasformi pure io in una mummia. Data consegna prevista dicembre 2020, poi spostata a giugno 2021, rispostata a “prima della fine del 2021”, adesso nel 2022 . Speriamo bene!

I C E: quanti giochi abbiamo giocato in cui si dovevano scavare buchi sul terreno per scoperte archeologiche o simili? E quante volte abbiamo scavato realmente? No, non sto dicendo che andrò a lavorare in miniera, anche se l’idea probabilmente vi diverte, parlo di un boardgame con tabellone a 5 strati e tasselli da rimuovere per vedere cosa c’è sotto ogni strato. Piazzate campi base sul ghiaccio, mandate in giro i vostri lavoratori e archeologi e rimuovete una tessere alla volta dal tabellone per scoprire cosa c’è sotto e guadagnare preziosi artefatti. Quello che più magnetizza di questo gioco è l’aspetto tridimensionale, ma non ho usato il verbo magnetizzare per caso: ho preso la versione quasi all-in con le tessere magnetiche per incastri perfetti, massimi livelli di soddisfazione personale e puro edonismo malato. Data di consegna prevista aprile 2022, e sì non è ancora arrivato.

Dominations Deluxe: certe unioni possono sembrare innaturali e invece danno vita a qualcosa di davvero interessante. Non sto ovviamente parlando di pizza e ananas o di salame e cioccolato, parlo invece della meccanica di adiacenza simboli del Domino con la tipologia dei giochi di civilizzazione. Ed ecco che nasce Dominations! In questo gioco piazzerete tessere territorio per guadagnare risorse in base alle corrispondenze dei simboli sulle tessere; costruirete città e monumenti; svilupperete la conoscenza e la cultura della vostra civiltà posizionando carte padronanza formando dei pattern sempre seguendo la meccanica del domino.

Ma perché si chiama deluxe? Perché oltre al gioco base, già pubblicato, vi verranno offerte badilate di espansioni: Dynasties, aggiunge leader e dinastie che danno modi aggiuntivi di guadagnare punti vittoria a fine partita; Hegemon, prevede obiettivi comuni e carte evento con effetti sia positivi che negativi; Provinces, aggiunge nuovi territori e maggior interazione per rendere il gioco più “cattivo”; Silk Road, che potenzia enormemente l’aspetto commerciale e permette di costruire rotte commerciali; Glory&Decline, aggiungono carte gloria e segnalini declino guadagnabili nelle fasi di costruzione città e monumenti; Corruption, direi che il nome è auto-esplicativo. Una quantità di materiale impressionante per un kickstarter di dimensioni epiche per un gioco che non ha nemmeno le miniature. Data di consegna prevista maggio 2022, e si anche questo non è ancora arrivato.

Daniel “Renberche”

Race! Formula 90 – Seconda edizione. Con questo gioco penso di aver raggiunto un alto livello patologico. Pur possedendo la prima edizione, di cui qui trovate una recensione, non ho resistito nel prendemi questa nuova versione. Per chi non conoscesse il titolo si tratta di un gioco di corse a tema Formula 1, e dovrete giungere per primi al traguardo dopo una gara fatta di sorpassi, intelligenti soste ai box, cambi di strategia, etc.

L’elemento principale sono le carte, che andranno giocate sui diversi punti del tracciato per sfruttare al meglio le caratteristiche della macchina e del pilota. Questa nuova versione aggiusta un po’ il regolamento ed è caratterizzata da una nuova veste grafica, oltre ovviamente a rendere di nuovo disponibile questo il gioco, esaurito da tempo. A mio parere uno dei migliori giochi in tema, e per questo ho deciso di prendermi anche questa nuova edizione, conservando la vecchia come ornamento decorativo. Ovviamente full pledge, quindi espansioni, macchinine pimpate e bustine apposite. Questa la pagina del progetto, arrivo previsto per agosto, speriamo non perda tempo ai box!

Almoravid: Reconquista and Riposte in Spain, 1085-1086. Secondo titolo della serie Levy & Campaign, iniziata con quel super titolo che è Nevsky: Teutons and Rus in Collision 1240-1242. Dalle fredde terre della Russia ci spostiamo nelle calde zone della Spagna e il tema, come appare evidente dal titolo, è la riconquista cattolica della penisola iberica contro l’occupante mussulmano; gli almoravidi furono proprio la dinastia che occupò la parte meridionale del territorio. Il gioco presenta lo stesso sistema del precedene introducendo però degli elementi caratteristici per renderlo più adatto al contesto storico-geografico, niente più rasputiza insomma! Ho preso il gioco su Weega, che attualmente mi dice consegna ad agosto, incrociamo le spade!

Plains Indians Wars. Sempre su Weega ho deciso di puntare su un altro wargame, questa vola ambientanto nell’America del selvaggio West, dove forti erano le tensioni tra i nuovi colonizzatori e gli antichi abitanti indiani. L’obiettivo per la parte americana (nel senso moderno) è quello di portare le proprie carovane a destianzione, guadagnando così punti vittoria, mentre dall’altra parte gli indiani cercheranno di sabotarle. La meccanica base è quella del card driven, con controllo del territorio. Sono davvero curioso di provarlo, il tema, salvo le conoscenze generali, mi è abbastanza ignoto e spero di poter avere un primo spunto di conoscenza attraverso questo titolo della GMT. Anche in questo caso ho utilizzato Weega per averlo, teoricamente la consegna è stimata per fine luglio, quindi potrebbe essere il primo ad arrivare.

 

Appuntamento al prossimo episodio di Nauti al verde, nel frattempo potete:

Renberche

German per vocazione e genetica, ma amante anche dei giochi storici. Segue ciò che Kickstarter produce, spesso pentendosene. Gioca a tutto ma si lamenta quando c'è un dado da tirare. Conosciuto anche come il nauta polacco, data la passione per i giochi in tema Est Europa. La mia top 3? Agricola, Twilight Struggle, Le Havre. La mia bottom 3? Unlock, Avalon e Intrigue. Perché una formica come logo? Ovvio perché adoro i giochi con le formiche (e anche api, ma dovevo scegliere). Dov'è Alkyla? C'è un articolo a riguardo. Extra: divoratore di libri, fanatico di F1, socio CICAP e web master di questo sito.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy Policy