Boss Monster, facciamoli fuori questi boriosi eroi

di Daniel “Renberche”

A contribuire alle nostre infanzie felici un ruolo non di poco conto sono stati i giochi per console. Per chi ha l’età per ricordarsi ad esempio le soffiate per far partire un gioco sul Nintendo NES, pratica tra l’altro risultante essere dannosa e poco efficace, la reminiscenza di quel mondo di quadretti sgranati dei giochi a scorrimento orizzontale evoca rilasci endorfinici tali da contrarre i muscoli facciali fino a produrre un rasserenante sorriso. Se poi possiamo unire questi ricordi al dolce piacere del gioco cosa possiamo chiedere di più? Tralasciando le solite profane elucubrazioni del sottoscritto, buona lettura!

A regalarci quanto scritto sopra è Boss Monster, un gioco di carte in arrivo nella versione italiana per l’imminente Lucca Comics a cura della casa abruzzese Fever Games, che ha esordito con il noto Epic Resort. In questo gioco di carte da 2 a 4 giocatori si sfideranno assumendo il ruolo del boss finale di un dungeon e cercando di eliminare quanti più eroi possibile, costruendo stanze e lanciando incantesimi. La durata prevista è di una trentina di minuti e le carte presentano testo in abbondanza. A questo indirizzo trovate il regolamento.

Setup & Materiali

La preparazione dell’area di gioco è molto semplice, ogni giocatore si pesca un boss (tutte le carte stanza che andrà a posizionare le metterà nel seguito alla sinistra di questo). Si mescolano i mazzi con gli eroi Base ed Epici, le Stanze e gli Incantesimi. Ogni giocatore pesca 5 carte Stanza e due Incantesimi e, a partire dal giocatore col valore più alto di Punti Esperienza (PE), che nel gioco rappresenta l’iniziativa, ognuno posiziona la prima stanza del dungeon coperta; quanto tutti hanno scelto si rivelano e si risolvono eventuali effetti di messa in gioco.

boss_monster_fever1b

Il gioco

La partita si articola lungo una serie di turni non predeterminata, ognuno dei quali è però composto dalle seguenti 5 fasi:

  1. Inizio del Turno: si rivelano tanti eroi quanti i giocatori e ogni giocatore pesca una carta Stanza.
  2. Fase Costruzione: in ordine di turno ogni giocatore, come nel setup, piazza se lo desidera una carta Stanza coperta che andrà ad aumentare il proprio dungeon (come se fosse una nuova schermata), avendo anche l’opportunità se taluni vincoli lo consentono di sovrapporre una stanza ad un’altra. Si possono lanciare incantesimi o attivare particolari effetti delle altre carte già giocate. Una volta che tutti hanno scelto si rivelano e si applicano gli effetti.
  3. Fase Richiamo: gli eroi, ignari dei pericoli che incorrono, vanno ad affrontare i dungeon costruiti dai giocatori; in base alle stanze chi boss_monster_fever2bavrà la tipologia adatta in valore più alto attirerà l’eroe corrispondente che si posizionerà all’inizio della serie. In caso di parità l’eroe se ne starà li bello ad aspettare il turno successivo. Tanto per dare un’idea un Chierico andrà dove c’è maggiore presenza di Tomi da arraffare.
  4. Fase Avventura: ogni eroe inizia la sua avventura passando per ogni stanza, proprio come nelle schermate dei videogiochi d’allora, beccandosi le ferite che la stanza gli rifila e quelle eventuali che gli avremo inflitto noi attraverso gli incantesimi. Se il temerario sopravviverà saranno guai per noi e la carta andrà riposta sotto il nostro boss mostrando però il numero di ferite che ci infliggerà, invece se lo avremo sconfitto accumuleremo le anime che portava appresso. Bisogna fare molta attenzione alle ferite perché con cinque o più saremo sconfitti!
  5. Fine del turno: quanto tutti i giocatori hanno terminato la fase quattro si risolvono eventuali effetti di fine turno.

La partita termina nel momento in cui il boss di un giocatore ha accumulato 10 o più anime restando vivo, o se è l’unico rimasto in gioco.

Ci sono poi diverse varianti, che escludono la morte dei boss o diverse scelte di setup.

Considerazioni finali

boss_monster_fever3bQuesto è in sintesi Boss Monster, sono contento che un altro titolo di buon successo sia stato localizzato e spero che venga seguito anche da tutta la serie relativa. Il gioco si presenta bene, le regole sono di facile apprendimento, le scelte non sembrano mancare, la durata della partita prevista invoglia al rigiocarci. L’interazione è indiretta nel cercare di attirare gli eroi e diretta a seguito di effetti di incantesimi, la scalabilità mi sembra tendere leggermente verso il basso ma solo per una questione di tempi, provandolo si capirà meglio. L’interesse è elevato e non vedo l’ora di provarlo, mi sto già attrezzando per avere come sottofondo una musica adeguata da guarnire le sfide. Se volete approfondire sopra trovate il regolamento e qui un’analisi dettagliata fatta da Kentervin qualche anno fa.

 

Renberche

German per vocazione e genetica, ma amante anche dei giochi storici. Segue ciò che Kickstarter produce, spesso pentendosene. Gioca a tutto ma si lamenta quando c'è un dado da tirare. Conosciuto anche come il nauta polacco, data la passione per i giochi in tema Est Europa. La mia top 3? Agricola, Twilight Struggle, Le Havre. La mia bottom 3? Unlock, Avalon e Intrigue. Perché una formica come logo? Ovvio perché adoro i giochi con le formiche (e anche api, ma dovevo scegliere). Dov'è Alkyla? C'è un articolo a riguardo. Extra: divoratore di libri, fanatico di F1, socio CICAP e web master di questo sito.

2 pensieri riguardo “Boss Monster, facciamoli fuori questi boriosi eroi

  • 25 Ottobre 2015 in 18:23
    Permalink

    …bell’articolo Daniel!!!
    E’ un giochino divertente, senza pretese e moooolto evocativo!

    • 25 Ottobre 2015 in 20:41
      Permalink

      Grazie! L’ho provato e devo dire che effettivamente è molto divertente.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy Policy