Tag Archives: Raven Distribuzione

Comicon: un mondo in gioco all’ombra del Vesuvio

di Marco “alkyla” Oliva

Dai. Dai, che ce la si fa! Pian pianino il Comicon, salone internazionale del fumetto e dell’animazione che si svolge presso la Mostra d’Oltremare di Napoli dall’1 al 4 Maggio, lo diventa sempre più anche del gioco da tavolo, tramite il Gamecon! Di anno in anno l’area dedicata al gioco sgomita per ritagliarsi uno spazio sempre maggiore e in quest’edizione noi boardgamers potremo contare sui padiglioni 3 e 4.
Naturalmente per tutti i dettagli rimandiamo al sito dedicato all’evento, quindi quasi inutile dirvi che saranno presenti editori come Asterion Press, Giochi Uniti e Raven Distribution, con relativi punti vendita e tavoli dimostrativi, che da programma saranno disponibili tavoli dedicati al gioco libero con la prova di titoli recenti come Race! Formula 90 e tornei e workshop organizzati dall’associazione ludica Gli Alchemici. Quasi inutile….ma oramai l’abbiamo detto.

Quanto però c’interessa qui è lo spazio che anche quest’anno il game design si ritaglia nell’ambito della manifestazione. Chi l’ha detto che il game design non possa essere una stimolante e divertente esperienza collettiva? E’ con orgoglio che annunciamo che anche Gioconauta tenterà di dare risposta a questa domanda tramite Walter Nuccio, l’esperto protagonista della nostra rubrica mensile “La Parola al Designer”. Vediamo cosa accadrà nel dettaglio.

Pastiche – Recensione e confronto con la versione International

di Davide “Canopus”

Titolo Pastiche
Autore Sean D. MacDonald
Lingua Inglese / Tedesco
Editore Gryphon Games
Distributore Gryphon Games
Numero giocatori 2/4
Durata partita 45/60 minuti
Anno pubblicazione 2011
Titolo originale
Genere Puzzle game
Prezzo Circa 30€

Oggi al Gioconauta ci sentiamo particolarmente colti e parliamo di arte e pastiche. Ogni volta che propongo questo gioco salta fuori sempre un buontempone (o forse un ignorante, è tutta da vedere) che mi chiede se il titolo parla di farmaceutica o di droghe. Allora, per chi non lo sapesse, “con il termine pastiche si intende, in generale, un’opera composta, in tutto o in larga parte, da brani tratti da opere preesistenti, per lo più con intento imitativo. Il termine viene usato soprattutto in ambito di letteratura e di pittura” (cit. Wikipedia ovviamente). In questo puzzle game vi ritroverete, quindi, a mescolare e scambiare colori per realizzare delle copie di capolavori di alcuni dei più grandi maestri europei, sempre per lo più con intento imitativo. Il titolo è un astratto e ha degli interessanti aspetti didattici: non solo vi farà conoscere delle splendide opere d’arte, ma, dopo un po’ di partite, saprete esattamente le combinazioni per ottenere colori secondari e terziari. La versione recensita è in lingua inglese e tedesca, ma può essere tranquillamente giocato da chi non ha famigliarità con questi idiomi, dato che, ad eccezione dei nomi dei colori, è completamente indipendente dalla lingua. Sul mercato troverete anche una versione International dello stesso gioco, si tratta di una seconda versione che prevede dei materiali aggiuntivi o modificati e pochi aggiustamenti alle regole e il cui prezzo lievita a 50€. Quando possibile, durante la recensione, provvederò ad effettuare il confronto tra le 2 versioni. Inoltre, da quest’anno è disponibile anche una localizzazione del titolo in italiano, a cura della Raven Distribuzione, sempre versione International, anche qui con un prezzo che si aggira intorno ai 50€. Non vi rimane che prendere in mano pennello e tavolozza e seguire la mia spiegazione su come realizzare ottimi pastiche.

Privacy Policy