Tag Archives: Pirati

Miniboard #22: Tortuga 1667

di Luca “Maledice”

Un tempo i mari non erano solcati come oggi da placide navi da crociera, portaerei grandi come il paese dove vivo e da sottomarini russi, ma da navi in legno ricche di mandarini e topi, dove la vita a bordo non era certo delle migliori. Se a questo aggiungiamo che se eravate marinai spagnoli, equivaleva ad essere ricoperti di miele in mezzo a degli orsi, in quanto sareste stati attaccati da chiunque passasse per quelle acque, vista la fama di trasportare dei bei bottini. È sarà proprio il ruolo di passanti e predatori che vestiremo nel gioco qui descritto, anche se dovremmo fare ben attenzione anche a nostri colleghi di predata. Buona Visione

The Pirate Republic: l’età d’oro dei pirati è arrivata

di Alberto “Doc” The Pirate Republic

Rieccomi, ritorno dopo un po’ di latitanza a raccontarvi cosa ho trovato di interessante in giro per il web. Beh non sono poche le cose che sono successe in questo mese di mia assenza ma direi di partire con quello che sta per concludersi su Kickstarter. Fra quanto ho visto mi sono incuriosito di The Pirate Republic, un titolo che a una settimana dal termine della campagna ha pienamente raggiunto il traguardo fissato. Vediamo meglio di che si tratta.

Tortuga 1667

Tortuga 1667: non importa chi sei l’importante è che rubi agli spagnoli

di Daniel “Renberche”

Un tempo i mari non erano solcati come oggi da placide navi da crociera, portaerei grandi come il paese dove vivo e da sottomarini russi, ma da navi in legno ricche di mandarini e topi, dove la vita a bordo non era certo delle migliori. Se a questo aggiungiamo che se eravate marinai spagnoli, equivaleva ad essere ricoperti di miele in mezzo a degli orsi, in quanto sareste stati attaccati da chiunque passasse per quelle acque, vista la fama di trasportare dei bei bottini. È sarà proprio il ruolo di passanti e predatori che vestiremo nel gioco qui descritto, anche se dovremmo fare ben attenzione anche a nostri colleghi di predata.

Buona lettura!

Miniboard#9: Arrr!!!

di Luca “Maledice” Lanara ARR

Il tema dei pirati continua ad esercitare un grande fascino sui giocatori di tutto il mondo, almeno stando al numero di giochi usciti in questi ultimi tempi. E a brevissimo appunto dovrebbe uscire su kickstarter questo italianissimo ARR!!! Gioco di bastardate e tanti pappagalli. Il giocatore è proprietario di un intero equipaggio e si prodiga nell’affrontare eventi, alla continua ricerca di pezzi da otto.  Ma attenzione perché saranno gli altri giocatori a calarvi sfighe di ogni sorta durante queste “missioni”. Ecco un altro Miniboard. Buona Visione..

Confessioni di una giocatrice: Piccoli recensori crescono

di Max “Luna” Rambaldi


[Capitolo I: Quando nasce un recensore]

C’era una volta un uomo con un desiderio semplice: comprare un gioco nuovo. Lo aveva avvistato, ma non conoscendolo aveva deciso di far uso degli strumenti che gli dei avevano creato per compensare l’umana ignoranza (una connessione veloce e Google) recuperando recensioni eccelse. Si fidò, lo acquistò e lo giocò.
Altrettanto rapidamente ne fece coriandoli, maledicendo il giorno in cui gli sponsor avevano fatto capolino nei siti ludici, assieme a indicazioni fuorvianti e, perché no, all’uso improprio dei condizionali. L’uomo bruciò i suoi idoli e plasmò un sito dove avrebbe bandito per sempre i banner e le invisibili catene della referenza. Contemplò il mondo che si estendeva ai suoi piedi e vide che era cosa buona e giusta.

On the Board #80: Rattle Battle Grab the Loot (Abbatti, Combatti e Arraffa il Malloppo)

di Luca “Maledice79” Lanara

In primis abbiamo Rattle, Battle, Grab the Loot, il cui nome dovrebbe suonare come scuoti combatti e arraffa il bottino. Gioco a sfondo piratesco dove nelle vesti di capitani, solchiamo i mari in cerca di ricchi galeoni da saccheggiare. Dovremo anche darci da fare per trovare un buon equipaggio, migliorare la nostra nave e recuperare un buon bottino da offrire al re dei pirati per ottenere fama e gloria. Quindi affilate le sciabole e Buona Visone….

Oath of the Brotherhood – Recensione

di Daniel “Renberche”

Ad Essen 2015 ne avevo sentito parlare ma non avevo approfondito il gioco prima della fiera, così girovagando tra gli stand della Hall 7 col mio collega goblin Aibindrye, fummo attratti da questo tabellone lucido e ci sedemmo al tavolo, curiosi di capire cosa avevano prodotto questi greci. L’impressione fu buona, anche se sicuramente condita dal fatto che eravamo attorniati da simpatiche dimostratrici, e alla fine entrambi passammo poi alla cassa per comprarci il gioco, con l’obiettivo di rigiocarci una volta ritornati in patria e vedere se ci eravamo fatti intortare o se invece avevamo un titolo giocabile. Devo dire però che il tema della pirateria si presta bene come ambientazione al gioco da tavola, anche se più che fare abbordaggi qui si tratta di mandare al lavoro i nostri pirati in giro per l’isola, cosa che ha contribuito a farmi tirar fuori il portafoglio. Non mancheranno i colpi bassi, le bevute, gli immancabili dobloni e le minacciose spade, il tutto per riuscire ad entrare in un glorioso equipaggio, o più prosaicamente, fare più punti vittoria.

Confessioni di una giocatrice: Quando nasce un Recensore

di Max “Luna” Rambaldi

Bandita dal Monopoli a 7 anni. Diffidata dai tavoli di Cluedo a 12 e da quelli di Risiko a 25. Per non parlare del voto di Taboo per manifesta superiorità e attacchi Grammar Nazi. L’entrata nel mondo dei giochi da tavolo somigliava tanto a un allontanamento forzato dalla porta sul retro.

Featuring Recent Posts WordPress Widget development by YD