Speciale solitary game, passare le feste senza amici in modo divertente! Parte 2

…aiutare delle baldi oche a migrare!

Winter is coming. Ma questa volta non parliamo di una nota serie televisiva fantasy ma di qualcosa di molto più serio. Ovvero di aiutare un gruppo di oche a migrare verso sud. E sarai TU a farlo. È infatti questa l’ambientazione di Snowbirds, un gioco di carte dove guiderete questo nutrito blocco di zampe piatte verso un luogo caldo e rilassante, ovviamente facendo si che tutte arrivino sane e salve, oltre che ben panciute. Le carte rappresentano delle azioni che potete fare e sono utilizzate come risorsa. Non manca, come avete capito in questi giochi, il fattore dado, il quale andrà gestito per organizzare i diversi voli e tappe intermedie. Se avrete successo avanzerete di volta in volta verso la meta ma sarà da valutare il costo in termini di fatica. A questo si dovrà anche tener conto delle condizioni climatiche (non per niente state migrando per un motivo). Se cercate il gioco non lo troverete per l’acquisto ma a disposizione avrete tutti i file per la stampa in print-and-play. Quack! quack!

Solitario pnp: Snowbirds

…fuggire in un’isola tropicale!

Ovviamente data l’impossibilità di muoversi meglio farlo comodamente seduti a casa. Palm Island è un gioco di carte dove sarete un gruppo di naufraghi (o isolani tribali) intenti a utilizzare le risorse presenti nell’isola dove si trovano per costruire e migliorare il proprio villaggio, al fine di ottenere tanti bei punti vittoria. Alla base del gioco c’è il fatto che le carte hanno fronte e retro, e sopra e sotto, a disposizione per l’utilizzo, e possono rappresentare le risorse, le azioni o le aree visitabili. Sarà fondamentale gestire l’ordine in cui vengono utilizzate e la modalità, questo per otto turni, al termine del quale si calcoleranno i punti ottenuti. Il gioco prevede anche una modalità pseudo campagna in cui potete di volta in volta potenziare il vostro villaggio. Insomma nel palmo di una mano potete ricreare la vostra isola dei sogni, cosa volere di più? Se volete vederne di più Miss Meeple ne ha fatto un tutorial.

Palm Island

…diventare Presidente degli Stati Uniti! (perché se ci è riuscito Trump…)

 Se da piccoli il vostro sogno era diventate Presidente degli Stati Uniti ma poi vi siete accorti di non saper l’inglese, non avere la cittadinanza americana e patteggiare per i verdi,  allora potete regolare le vostre ambizioni e puntare a essere eletti almeno sulla carta da gioco. Swing State 2012 è quello che fa per voi, un solitario che simula un’elezione presidenziale negli Stati Uniti. Scegliete se patteggiare per gli elefanti o per gli asini e fate le vostre mosse strategiche, pubblicizzate la vostra candidatura, raccogliete i fondi necessari, stilate gli importantissimi dibattiti e mi raccomando non fate casino, che tirar fuori uno scandalo è niente. Carta su carta e tiro di dado dopo tiro di dado, cercherete di portare quanti più grandi elettori dalla vostra parte, fino al successo o al fallimento finale. E se sarà un fallimento potrete sempre ritirare fuori il gioco fra quattro anni. Come intuibile il gioco si basa sugli eventi della campagna del 2012.

Swing state 2012 - solitario

…un DC piccolo piccolo (e bada ho scritto “un” non “una”, non fare come l’altra volta che mi sono trovato una banda di scudi crociati nel tinello)

Vi piace annidarvi per i dungeon ma avete poco spazio? Four Against Darkness fa al caso vostro! Un gioco dove armati di carta, dadi e penna scenderete nei sotterranei più oscuri! Scelta la modalità (ovviamente tra quelle in solitario, si dice che si possa giocare anche in due ma non badiamoci) il compito sarà quello di muovere i quattro eroi nel dungeon, che verrà generato dal dado e disegnato dalla vostra matita.  Procedendo nel gioco, farete fuori i nemici, raccoglierete oggetti ed elementi, facendo progredire di livello i personaggi fino ad arrivare al momento clou dato dallo scontro finale col boss. Più vicino ai libri-gioco che ai giochi di ruolo resta di base un gioco da tavolo molto semplice e adatto anche a chi di giochi non ne mastica per nulla. Sempre che non siate negati come me nel fare anche il minimo disegno.

Con questo chiudo questa carrellata di consigli ludici per le festività in solitaria, ovviamente di titoli da giocare in solitario ve ne sono altri a iosa, ma spero intanto di avervi messo qualche piccola scimmietta sulle spalle con questi sedici giochi. Se volete tornare alla pagina iniziale cliccate pure qui, oppure qui se volete leggere il primo articolo.

Renberche

Renberche

German per vocazione e genetica, ma amante anche dei giochi storici. Segue ciò che Kickstarter produce, spesso pentendosene. Gioca a tutto ma si lamenta quando c'è un dado da tirare. Conosciuto anche come il nauta polacco, data la passione per i giochi in tema Est Europa. La mia top 3? Agricola, Twilight Struggle, Le Havre. La mia bottom 3? Unlock, Avalon e Intrigue. Perché una formica come logo? Ovvio perché adoro i giochi con le formiche (e anche api, ma dovevo scegliere). Dov'è Alkyla? C'è un articolo a riguardo. Extra: divoratore di libri, fanatico di F1, socio CICAP e web master di questo sito.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy Policy