Tag Archives: Kevin Wilson

Perdition's Mouth Abyssal Rift

Perdition’s Mouth Abyssal Rift | Dicecraft #09

di Luca “Maledice” Lanara Perdition’s Mouth Abyssal Rift

Nelle profondità degli abissi, oscuri accoliti, stanno per evocare qualcosa di terribile per l’umanità. I nostri eroi dovranno impedire che ciò avvenga sigillando il male per sempre. Sembra la trama di Lovecraft, ma invece ci troviamo nell’universo Horror-Fantasy di Perdition’s Mouth Abyssal Rift, proveniente da Kickstarter e quindi Essen. E ragazzi, non ci sono dadi. Buona Visione…

X-Files, il Gioco….Voglio crederci!

di Daniel “Renberche”

Signori, l’esistenza degli X-files vacilla ed è sull’orlo dell’oblio. Attraverso le azioni di “Uomo che Fuma”, il Consorzio è quasi riuscito a chiudere questa divisione FBI, che come ben sapete rappresenta la sua più grande minaccia.


Ognuno di voi dovrà agire in tutti gli Stati nel più breve tempo possibile, investigando quei casi ancora oggi misteriosi. Se riusciremo a portare le prove necessarie faremo emergere la verità…

Appassionati di una delle serie televisive più famose deli anni ’90? Scoprite cosa c’è per voi :-)

Wiz-war – Recensione

Di Davide “Canopus”

Il primo quadrimestre del 2012 si è aperto all’insegna del restyling per Fantasy Flight Games. La casa americana ha proposto sul mercato internazionale 3 nuovi titoli, tutti riedizioni di glorie del passato. Abbiamo quindi visto la pubblicazione di Nexus Ops, riedizione del titolo dalle miniature fosforescenti Avalon Hill, Rex: Final Days of Empire, il vecchio Dune sistemato con le vesti prese in prestito da Twilight Imperium, e Wiz-war, il titolo di cui parliamo oggi. Wiz-war è in circolazione ormai dal lontano 1983 (è quasi vecchio quanto me) e ha contato fino ad oggi 8 edizioni, compresa quella in esame, pubblicate a cura di Jolly Games, prima, e Chessex, dopo; arrivando a distribuire pure una edizione “Print&Play”, letteralmente “stampa e gioca”, sul web e in tempi più recenti. Di certo, rispetto alle versioni precedenti, FFG ci propone una scatola che brilla per qualità della componentistica e della grafica, come ci ha da sempre abituato, lasciando in mano l’aspetto grafico a Dallas Mehlhoff, già illustratore di Elder Sign e  Rune Age. Il gioco ha una struttura a dir poco elementare: fino a 4 maghi, che girano in un labirinto, occupati a rubarsi tesori e a “riempirsi di botte”, a suon di scontri fisici e carte incantesimo. Queste ultime sono il vero e proprio fulcro del gioco, sarà infatti un piacere giocarle in sequenza al fine di ottenere devastanti e divertenti combinazioni. Per ora il gioco è solo in inglese, ma è prevista una localizzazione in italiano per questa estate a cura Stratelibri / Giochi Uniti.

Il Segno degli Antichi – Recensione

di Davide “Canopus”

Dopo un anno dalla pubblicazione in inglese arriva nel nostro paese la localizzazione di Elder Sign, ennesimo titolo ispirato all’universo creato da H. P. Lovecraft. Con questo titolo Fantasy Flight Games porta avanti una fortunata serie iniziata nel 2005 con il capostipite Arkham Horror e il cui nome viene ora utilizzato come marchio per indicare prodotti derivati della stessa serie. Praticamente una sorta di bollino di garanzia per indicare che all’interno della scatola troverete tutto il necessario per affrontare oscenità tentacolose e altra roba strana e viscida (una specie di bollino blu, o meglio verde). Rispetto ai suoi fratelli boardgame più “muscolosi”, Arkham Horror e le Case della Follia, questo titolo risulta più leggero dal punto di vista del tempo di gioco, dei materiali, e delle azioni praticabili, quasi fosse una specie di Arkham Light. Cosa particolare di questo prodotto è che, se possibile, i dadi sono ancora più rilevanti che nei negli altri giochi della collana (ed è tutto un dire). Rimane comunque un buon prodotto per appassionati dell’ambientazione e che non hanno troppo tempo a disposizione o cercano una sfida meno impegnativa delle alternative. C’è solo da sperare che non vengano proposte badilate di espansioni come per gli altri titoli della famiglia Arkham.

Videorecensione Arkham Horror

Eccoci con la prima videorecensione. Mai sentito parlare di Arkham Horror? Forse uno dei Boardgame coop più discussi di sempre. Esploriamo con questo video l’universo di Lovercraft.

Il Trono di Spade, il videotutorial

Il Trono di Spade: il gioco da tavolo è un gioco da tre a sei giocatori, basato sul best-seller di George RR Martin Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco. Ne Il Trono di Spade: il gioco da tavolo, ciascun giocatore controlla una delle sei Grandi Case che cercano il dominio sulle terre di Westeros. Ogni Casa tenta controllare il maggior numero di castelli e fortezze arruolando eserciti, conquistando territori e formando alleanze, in modo da rivendicare il Trono di Spade.

La Furia di Dracula, il videotutorial

Per quasi un anno avete dato la caccia al vostro nemico, insegunedolo da una città all’altra del Vecchio Continente, trovando ovunque tracce della sua malvagità. Avete affrontato una moltitudine di creature da incubo ch lui ha lasciato alle sue spalle. Ma Dracula vi è sempre sfuggito. Ora puoi vedere la sua nera carrozza sull’altro lato della strada, ma il sole sta calando all’orizzonte. Se non ti muovi, scenderà la notte e lui potrebbe sfuggirti ancora una volta…

La Furia di Dracula è ambientato nel 1898, otto anni dopo gli eventi narrati nel classico romanzo di Bram Stoker. Un giocatore assume il ruolo di Dracula, che si muove furtivamente sul tabellone di gioco, mentre gli altri giocatori sono i Cacciatori che provano a fermare il suo regno di terrore una volta per tutte!

La Furia di Dracula è la nuova edizione del classico gioco da tavolo della Games Workshop. Quest’edizione presenta regole aggiornate, una nuova grafica ed è giocabile da 2 a 5 giocatori.

 

Tutti i dettagli del funzionamento del gioco in questo nuovo videotutorial di TOCCA A TE

Privacy Policy