Tag Archives: Piazzamento tessere

cottage_garden

Cottage Garden, il videotutorial

di Sara “Miss Meeple” Trecate

Ricordate le coperte da cucire e ricamare in Patchwork? Stavolta Uwe Rosenberg trasferisce in giardino un meccanismo molto simile e crea Cottage Garden, gioco da 1 a 4 partecipanti in cui vestiremo i panni di esperti giardinieri alle prese con aiuole fiorite. Cranio Creations ha curato l‘edizione italiana, da poco sul mercato.

Ogni giocatore ha un tavolo da lavoro, che funge da segnapunti, e che circonda due aiuole da riempire, con piazzamento tessere in stile tetris, con tessere fiore, vasi e gattini. Inoltre, alcune serre possono essere già stampate sulle aiuole o presenti tra le tessere fiore.

Cacao copertina

Cacao, il videotutorial

di Sara “Miss Meeple” Trecate

Tanto tempo fa, in un’America Latina “da tavolo”, diverse tribù di meeple-indios erano impegnate nella coltivazione e nel commercio del cacao, badando contemporaneamente al fabbisogno di acqua del villaggio e al culto delle divinità…

E’ questa l’ambientazione in cui nasce Cacao, un piazzamento tessere semplice e accattivante sia nei materiali che nelle regole. Edito originariamente dalla Abacus Spiele (questa è la versione che abbiamo provato per realizzare il videotutorial, essendo completamente indipendente dalla lingua), è da poco approdato in Italia grazie all’adattamento di Cranio Creations e Uplay.it edizioni, a cui dobbiamo anche la versione nostrana delle espansioni Cioccolato e Radura.

L’area di gioco cresce grazie alle tessere messe in gioco una dopo l’altra a formare una scacchiera che alterna tessere giungla (ovvero quelle che determinano le azioni possibili: raccolta del cacao, vendita del cacao, culto del Sole, devozione ai templi, raccolta acqua, miniere d’oro) e tessere lavoratori, su cui saranno (ahimè) solo disegnati i nostri amati meeple di ispirazione carcassoniana. In base al loro posizionamento si attiveranno una o più azioni sulle tessere adiacenti e alla fine, chi ottiene più oro sarà il vincitore.

L’autore Phil Walker-Harding (Sushi Go!, Imhotep) confeziona un titolo che preannuncia dolcezza, manterrà le promesse?

Heir to the Pharaoh: in Egitto come cani e gatti

di Max “Luna” Rambaldi :: Heir to the Pharaoh

Alla ricerca di antichità perdute, tra piramidi di scatole, sbuca fuori un Heir to the Pharaoh. Sulla copertina è praticamente scritto Prendimi Max. Poi lo giri e viene fuori che è un gioco del 2016 alla faccia delle antichità perdute, ma fai finta di niente e finisce nella wishlist comunque.

Isle of Skye, da capo a Re tessera dopo tessera

di Daniel “Renberche”

Negli anni i giochi dove si posizionano tessere hanno avuto un buon successo a partire da quello più famoso di tutti, ovvero Carcassonne, che ancora oggi continua a sfornare aggiunte ed espansioni tali da richiedere, al giocatore più affezionato, uno scaffale apposito nella propria ludoteca. La meccanica si presta a varie aggiunte e variazioni e anche nel caso del titolo di oggi non si fa eccezione.  Saremo di fronte alla solita rivisitazione di una meccanica già vista o ad una sua re-implementazione innovativa e accattivante?

Buona lettura!

Massilia: Alain Epron prova a bissare il successo di Vanuatu

di Alberto “Doc”

Dopo un crowdfounding fallimentare in cui diversi backers hanno purtroppo perso quanto investito, Massilia vede finalmente la luce grazie a Quined Games che credendo nel progetto di Alain Epron, già autore di Vanuatu, ha deciso di produrre il titolo e di inserirlo fra le novità che porterà a Spiel 2014. Vediamolo più da vicino.

Via Appia: costruendo la strada per Brundisium

di Alberto “Doc”

Queen Games ci riporta in italia con una ambientazione mediterranea, Via Appia, dove ci dovremo dar da fare per costruire una strada che connetta Roma a Brundisium, che sia solida che permetta viaggi rapidi e che sia sicura.Ed eccoci allora qui alla prese con il recupero di pietre dalle cave e con la messa in opera di questo progetto: saremo all’altezza? Dipende da che dobbiamo fare. Vediamo meglio allora…

Quarantine

Quarantine: la sanità nelle nostre mani

di Federico “Kentervin”

La neonata Mercury Games fa il suo ingresso nel mondo dei giochi da tavolo e cerca di ritagliarsi un po’ di spazio con Quarantine, opera prima alquanto particolare. Saremo infatti chiamati a gestire una struttura ospedaliera, che dovremo ingrandire ed attrezzare al meglio per rispondere alle necessità dei vari malati che si accalcheranno, turno dopo turno, alla reception dell’ospedale.

CO2: analisi del regolamento

di Federico “Kentervin”

Torniamo in casa GiochiX, questa volta per parlare di CO2 che con Gladiatori e Doge’s Ship va a completare il trittico di uscite per Essen.
Se vi capita di leggere il regolamento di CO2 e restare disorientati, non preoccupatevi: l’autore è Vital Lacerda, già creatore di Vinhos per intenderci. Nonostante si tratti di 10 pagine per un gioco molto meno cavilloso del suo predecessore, quando ha ricevuto una proposta di lavoro dall’ Ufficio Complicazione Affari Semplici, il nostro autore non s’è tirato indietro.
CO2 affronta un tema affascinante e (ahimè) urgente come l’inquinamento globale e lo fa in maniera originale. Come il suo predecessore, anche quest’ultima creazione di Vital Lacerda sembra essere destinata a dividere gli appassionati, andiamo a vedere perché.

Featuring Recent Posts WordPress Widget development by YD