Noxford, il videotutorial

Di Sara “Miss Meeple” Trecate In Noxford, ogni giocatore è a capo di un sindacato del crimine, e ha un mazzo di carte formato da More »

Miniboard #20: Dice Forge

di Max ‘Luna’ Rambaldi / Dice Forge board game miniboard Per chi detesta tirare i dadi e ritrovarsi in balia del becero destino potrebbe essere More »

On the Board #92: Cry Havoc

di Luca “Maledice” Cry Havoc Cry Havoc, edito dalla Portal Games e ideato dal trio Grant Rodiek, Michal Oracz e Michal Walczak. Precedentemente conosciuto col More »

Grand Austria Hotel, il videotutorial

di Sara “Miss Meeple” Trecate In Grand Austria Hotel, da 2 a 4 giocatori, nei panni di albergatori a Vienna, faranno di tutto per avvicinare More »

Guilds, il videotutorial

di Sara “Miss Meeple” Trecate Guilds, gioco di aste, carte e tile placement di Christian Giove, edito da Giochi Uniti, è ambientato nel favoloso Regno di More »

 

Dragonfire: quando D&D diventa un gioco di carte

di Luca “Maledice” Dragonfire

Dopo la grande avventura vissuta in quel di Pathfinder: Ascesa del signore delle Rune, e la delusione di Warhammer Quest il gioco di carte, mi stavo guardando in giro su un nuovo gioco di avventura classic fantasy in formato gioco di carte. E in piena Gen Con la Catalyst, (che se non sbaglio è la casa del gioco da tavola di Vikings, la serie tv), pare darmi ascolto, e ora anche i fan di Dungeons & Dragons possono finalmente dar libero sfogo al card building estremo. Dragonfire è un gioco da 2 a 6 giocatori dove i giocatori possono ovviamente scegliere la propria razza come nano, elfo, mezzorco ecc. e di conseguenza le classi come Chierico, Guerriero; insomma, l’ABC dei giochi gente…

Stuffed Fables: la nuova avventura coop del creatore di Mice and Mystics

di Luca “Maledice” Stuffed Fables

Quando Mice And Mystics uscì nel mondo dei giochi da tavolo fu un vero e proprio tsunami nel mondo dei giochi da tavolo. Un cooperativo dungeon crawling, con una forte componente narrativa e soprattutto ambientato nell’universo dei topi. Una meraviglia che ancora oggi fa giocare e ricordare personaggi meravigliosi come Nez e Filch. Anni dopo, la stessa Plaid HaT Games uscì con un altro cooperativo che ha fatto storia, ossia il zomboso Dead of Winter, con altrettanti personaggi carismatici tra cui il cane, che tutti devono provare almeno una volta. Quindi è giusto pensare che questo nuovo gioco sia un’altra perla dell’ormai abusato mondo cooperativo…

Flash News Corner #20: notizie in breve dal mondo ludico

di Gioconauta

Rieccoci dopo una pausa di qualche mese con Flash News Corner #20. Innanzitutto come avrete visto la sezione GdR è rifiorita grazie alla nuova collaborazione con i D20 Nation che forti del loro entusiasmo ed esperienze ci sapranno intrattenere con più di una rubrica che noi avremo il piacere di ospitare. Per quanto riguarda il mondo dei GdT invece, smaltita la sbornia ludica dopo PLAY, i tempi sono ormai maturi per iniziare a guardare alle prossime fiere. Quindi bando alle ciance e diamo il via alla consueta carrellata dove troverete molta carne al fuoco per la prossima Essen. Buona lettura!

 

noxford

Noxford, il videotutorial

Di Sara “Miss Meeple” Trecate

In Noxford, ogni giocatore è a capo di un sindacato del crimine, e ha un mazzo di carte formato da 1 Boss, 2 Luogotenenti, 3 malviventi, 4 sgherri.

Sul tavolo andrà a formarsi la città di Noxford, composta da carte distretto, ognuna rappresentante un quartiere e le sue ricchezze, attorno alle quali posizioneremo le carte con i nostri scagnozzi. A fine partita ogni distretto sarà assegnato al giocatore che avrà più carte del proprio sindacato a contatto con quel distretto.

Il posizionamento delle carte segue delle regole ben precise e porta alla formazione di un’intricata scacchiera in cui da 2 a 4 giocatori si contenderanno tutti i distretti.

Le carte polizia, che annullano le carte che toccano, e le carte ingranaggio, che permettono di spostare altre carte, capovolgeranno i piani dei partecipanti e porteranno a rapidi cambiamenti di fronte. Fate attenzione anche al rango dei vostri collaboratori, perché carte di valore più basso possono essere in qualsiasi momento coperte e sovrascritte da carte di rango più alto.

Solo i più scaltri riusciranno a sopravvivere e ad accaparrarsi le ricchezze che nasconde Noxford. Il gioco è di Henri Kermarrec, e l’edizione italiana è curata da Doppio Gioco Press.

Il regolamento completo è illustrato nel video tutorial di Miss Meeple:

Miniboard #20: Dice Forge

di Max ‘Luna’ Rambaldi / Dice Forge board game miniboard

Per chi detesta tirare i dadi e ritrovarsi in balia del becero destino potrebbe essere arrivata una soluzione: Dice Forge.
La fucina divina dove facce di cubi si smontano e riassemblano in continuo alla ricerca del dado perfetto, per poter adempiere alle nostre missioni di eroi sotto lo sguardo annoiato degli dei. I Gioconauti si sono sottoposti a erculee fatiche per voi, collezionando carte e forgiando facce, ma soprattutto lanciando, lanciando e ancora lanciando come non ci fosse un domani…

Adornato da una grafica impeccabile, sarà riuscito questo gioco in scatola a guadagnarsi un posticino sull’Olimpo e nel cuoricino (sì, parlo di te Canopopulos!) dei Nauti?
Siete pronti? Il Mini Board è tratto!

Caverna: Cave vs Cave

Caverna, Cave vs Cave

di Daniel “Renberche”

Il lavoro per i nani non finisce mai. Il tempo per guardare l’alta montagna è poco, bisogna subito mettersi al lavoro per costruire la nuova casa per il proprio clan. E ovviamente per farlo bisognerà scavare, raccogliere risorse, ecc ecc. Uve Rosenberg sei tu? Ovvio che sì…

On the Board #92: Cry Havoc

di Luca “Maledice” Cry Havoc

Cry Havoc, edito dalla Portal Games e ideato dal trio Grant Rodiek, Michal Oracz e Michal Walczak. Precedentemente conosciuto col nome di Battle of York, il gioco ha avuto un lunga gestazione, iniziata nella primavera del 2012, ma arrivato nelle case dei giocatori nella scorsa fiera di Essen: il gioco racconta di un pianeta lontano, lontano dove degli indigeni sono belli e e felici, fino all’invasione di tre razze aliene (umani ovviamente compresi) pronti a conquistare le preziose risorse, in puro stile Avatar. Un gioco di conquista sci fi asimmetrico che ha diviso tutta la redazione di Gioconauta in questo nuovo On the Board. Buona Visione…

Alien Artifacts: il 4X si fa di carte con Portal Games

di Alberto “Doc”

Di giochi in chiave 4X ne sono nati diversi in questi anni e ne abbiamo trattati più di qualcuno anche sulle nostre pagine (vedi Impulse o Heroes of Land, Air & Sea) quando proponevano spunti interessanti di cui parlare. Spunti che direi mette sul piatto anche Alien Artifacts, prossima produzione targata Portal Games che come sfida cerca di trasferire le tipiche caratteristiche di Expand (Espansione), Explore (esplorazione), Exploit (sfruttamento risorse), Exterminate (sterminio), in un gioco di carte. Sarà un esperimento riuscito? proviamo a capirlo.

Featuring Recent Posts WordPress Widget development by YD